RADICI E FUTURO (di Adolfo Leoni)

Oggi abbiamo presentato le novità di FM-TV. Lo abbiamo fatto in piazzetta, a Fermo, un luogo vivace.

Parlavamo di intenti, di prospettive, di obiettivi da raggiungere. Alzando il capo dal blocchetto degli appunti, ho guardato, sull’altro lato della strada, san Zenone, la prima chiesa di Fermo, antichissima, del Novecento.

Noi di qua: e cioè la comunicazione, con gli studi tv, il sito web in cantiere, le pagine facebook; quel tempio molto bello di là, carico di tutta la sua storia.

Immagine

M’è venuto spontaneo di ripensare al titolo del convegno cui ho partecipato domenica scorsa a Montalto e Montedinove. Titolo: Le Marche. Radici e Futuro.

Ecco: radici e futuro. Un programma. Una terra su cui crescere e far sviluppare un albero giovane.

Certi incontri, certi temi, certe proposte sembrano ormai possibili solo nei piccoli centri, nei borghi carichi di memoria.

A Montedinove, nel santuario di Tommaso Becket, l’assessore regionale alla formazione Marco Luchetti ha messo il dito nella piaga. Dopo aver ascoltato del patrimonio benedettino e francescano di queste terre, ha detto, in pratica: le Marche sono state forti nel costruire una sana economia, abbiamo lavorato a testa bassa, ognuno per sé, abbiamo aperto aziende floride, magari piccole ma salde. Ora la crisi ci ha investiti in pieno. E’ tempo di fare altro, di rialzarci insieme, l’uomo da solo, come invece credeva l’Illuminismo, non ce la fa.

Luchetti ha invitato a riscoprire il senso e la forza dello stare uniti, di fare blocco, e a costruire una nuova cultura del lavoro. Indicando il turismo come una possibile risposta, ha sottolineato che “Non abbiamo cultura turistica. Per questo dobbiamo formare le giovani generazioni”.

Gli ha fatto eco il vice presidente vicario nazionale ACLI Stefano Tassinari.

Dobbiamo sempre più “narrare” – questo il termine usato – la nostra terra, spiegare da dove veniamo e dove vogliamo andare. Dialogare insomma. Nello stesso tempo dobbiamo cambiare modello di sviluppo. Troppo consumismo, troppo spreco. No all’economia della speculazione.

Il futuro e le radici. Quelle radici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...