DECADENZA? FERMO PERDE PEZZI (di Adolfo Leoni)

La provincia di Fermo chiuderà i battenti, la Camera di Commercio è a rischio, il Dipartimento dei Beni culturali emigrerà a Macerata, il Festival di Tipicità è un groviglio di proposte sradicate dal territorio, il Natale è stato trasferito al Fermo Forum, i presepi sono fuggiti a Monterubbiano, la viabilità per il Multiplex Super8 ha buche da bombardamento aereo, l’ex mercato coperto si consola con malinconiche mostre d’arte, il centro storico è riservato a volatili sporcaccioni, i commercianti piangono.

La città di Fermo è mummificata, e forse anche peggio.

La frana di una parte del Girfalco interpreta bene il ruolo della città capoluogo.

Immagine

Un quadro desolante. Sempre più difficile andare avanti. L’amministrazione comunale è zoppa. Sembra una gomma d’auto continuamente rattoppata.

Lo hanno capito i giovani del Pd dopo la vicenda Brambatti-Trasatti (sindaco verso vice sindaco).

Il tutto mentre un’amministrazione rampante come quella di Porto San Giorgio – per non dire di Porto Sant’Elpidio e addirittura Pedaso – sta mettendo a segno colpi su colpi. L’ultimo sarà il brand sangiorgese per la città dei bambini, una proposta di accoglienza e ospitalità per famiglie.

Fermo è come se mancasse di un punto baricentrico, di una idea forte intorno a cui fondare o rifondare il proprio slancio.

Al di là dei giochi politici e delle incomprensioni personali o dei metodi amministrativi, resta una domanda: cos’è e cosa vuole essere questa città? Una domanda che va posta alla classe politica, perché invece molti imprenditori e associazioni sono molto più avanti e proseguono per conto proprio, tra l’altro nel dilemma se dialogare con i politici o fregarsene altamente.

Nuove grafiche e applicazioni turistiche pensate dall’amministrazione comunale fermana sono solo strumenti-contenitori (tra l’altro neppure all’avanguardia: il piccolissimo centro di Montedinove ha un’app da qualche anno, Monterubbiano c’è già arrivata), strumenti-contenitore, dicevamo, che hanno però bisogno di contenuto.

E dive sono i contenuti? Qual è il filo rosso che lega la città di Fermo alle terre d’intorno?

Da un altro versante, l’ultima operazione di Marca Fermana è fortemente criticabile. Una enormità di quattrini è volata via, verso altri lidi, lidi non fermani, che non supportano il lavoro dei giovani del fermano. Nessuno ha battuto ciglio. Siamo ansiosi di vedere i risultati.

Il Movimento Fermo si Muove diede mesi fa la prima spallata alla giunta Brambatti, perdendo un assessore-vice sindaco (Calcinaro) e un presidente del consiglio (Lanciotti). Poi fu la volta di altri personaggi appartenenti ad altri schieramenti Tappatà (ecologista), Marchetti (Idv), Montanini (Pd), e, l’altro ieri l’attor giovane Francesco Trasatti (SEL).

Da ribadire che, nell’ultimo caso, di tutto s’è parlato meno che del problema che ha originato la crisi: i dipendenti, quelli che lavorano e quelli che lo farebbero… un po’ meno.

Annunci

One thought on “DECADENZA? FERMO PERDE PEZZI (di Adolfo Leoni)

  1. Era un film già visto, la Brambatti è diventato sindaco per mancanza di candidati spendibili nel centro – destra, chi mastica un pó di politica sapeva bene, che le contraddizioni dello schieramento della maggioranza di sinistra – centro sarebbero venute fuori, e così è stato. …. sinceramente pensavo a una tenuta molto più breve ma questo incubo per i cittadini Fermani sta per finire. Questa amministrazione non è stata in grado di fare niente, zero assoluto! Rimpiango la prima amministrazione Di Ruscio, dove c’era un clima di fiducia, entusiasmo e la voglia di fare qualcosa per il bene di tutti. Mi auguro che Cesetti resti nella sua amata Montegiorgio. …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...