I TAGLI DI RENZI E LA NECESSITA’ DI SINDACI PESANTI (di Adolfo Leoni)

Continuiamo guardando l’opera decespugliatrice di Matteo Renzi.

Se passerà l’intera riforma, molte attribuzioni delle province, delle camera di commercio, dei consorzi, ecc., saranno in capo ai comuni.

Inoltre, nella fase di transizione in vista dell’abolizione definitiva delle province, toccherà ai sindaci collaborare per la gestione dei territori. Occorreranno personaggi capaci di intessere relazioni, gente con dirittura morale e, soprattutto, autorevole: meno conferenze stampa, meno vetrine e più fatti concreti.

Immagine

Se la sussidiarietà, intesa come partecipazione e gestione dal basso, rimarrà parola vuota, necessiteranno ancor di più sindaci capaci di farsi sentire e di attivare iniziative consistenti di fronte ad uno stato centrale che non vorrei fosse centralista.

Da quel che sembra, Renzi non vuole attaccare le Regioni, maggiori centri di spesa, ma cercherà di svuotarne le competenze.

A questo punto, allora, la corsa al consiglio regionale non sarà caratterizzata dalla volontà di portare in regione le esigenze del territorio, ma dal potersi fregiare del titolo e soprattutto dello stipendio.

Come avremo bisogno di sindaci pesanti”, allo stesso tempo avremo estrema necessità di deputati consistenti. Uomini capaci di far sentire la propria voce, capaci di proporre leggi efficaci, capaci di influenzare colleghi e capi partito.

Non abbisogniamo certo di personaggi proni alle volontà dei capi, usi ubbidire e basta.

Da quel che si percepisce, la nuova articolazione istituzionale avrà due rebbi: Camera e comuni.

Sarà vitale allora sceglier bene, per l’una e per gli altri.

Già a maggio si comincia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...