LE SAGRE VERE. LI TAJULI’ PILUSI

Non è accusando le sagre di tradimento che si risolve la loro devianza. Ma restituendo alla sagra il valore e il significato per cui è nata: una manifestazione dei prodotti tradizionali di una Terra. E’ per questo motivo che il Laboratorio Piceno della Dieta mediterranea sta scrivendo a tutti i sindaci raccomandando loro di procedere... Continue Reading →

Annunci

UNA GRANDE CULTURA IN UNA GRANDE TERRA DI MARCA

Smerillo, piccolo borgo di neppure 400 persone. Una torre, una spaccatura nella roccia, fossili, un museo di arte contemporanea, prelibatezze a tavola e… “Parole della Montagna”.Quest’ultimo è un Festival. Lo ha pensato cinque anni fa Simonetta Paradisi, avvocato in Roma, smerillese per vis actrattiva: è la sposa di un agronomo locale, oggi, tra l’altro, anche... Continue Reading →

LE PAROLE DELLA MONTAGNA

La strada per il Rifugio del Fargno è sconnessa. Un tempo il suo transito era vietato. Oggi sono i solchi profondi a sconsigliare l’auto, specie nell’ultimo tratto, quello delle curve a gomito, a poca distanza dall’arrivo.In una piega della montagna c’è ancora una lingua di neve ghiacciata coperta da una coltre nera.Il Rifugio è ventoso.... Continue Reading →

NARRATORI DEL TERRITORIO O PROGETTISTI ARRUFFONI?

Ieri, Stefano Cesetti, nell’editoriale sul Resto del Carlino, ci ha tolto le parole di bocca.Ha scritto: “Se resterà moscio anche agosto, dovranno tutti ammettere che il loro impegno non ha avuto il successo sbandierato”.Il collega giornalista si riferiva al turismo, che non va, e ai tanti enti, associazioni, società pubblico-private che nei mesi scorsi hanno... Continue Reading →

FERMO AL BUIO. E NON E’ LA PRIMA VOLTA  

Pasolini aveva torto. Le lucciole sono tornate.Ieri sera a Fermo ce n’erano tante. Specie lungo la strada del teatro Romano, quella che sale alla Chiesa cattedrale.Numerosi i turisti che le hanno ammirate.Magari, non scorgendole subito. Perché, prendendo di petto la salita, occorreva, innanzitutto, guardar bene dove si mettevano i piedi.Il fondo è sconnesso, le pietre... Continue Reading →

LA REGINA SCOMMETTE IN MONTAGNA

Montefortino. Un tempo luogo di passaggio di uomini e bestiame per Umbria, Lazio e, soprattutto, Roma.Centro economico nel Medio Evo, se non fiorentissimo, quantomeno vivace.Sul colle più alto, lungo la strada che porta a Montemonaco, la pieve di Sant’Angelo in Montespino era l’ultima propaggine del vescovo di Fermo in terra di Farfensi. A volte la... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑