LE SAGRE VERE. LI TAJULI’ PILUSI

Non è accusando le sagre di tradimento che si risolve la loro devianza. Ma restituendo alla sagra il valore e il significato per cui è nata: una manifestazione dei prodotti tradizionali di una Terra. E’ per questo motivo che il Laboratorio Piceno della Dieta mediterranea sta scrivendo a tutti i sindaci raccomandando loro di procedere... Continue Reading →

UNA GRANDE CULTURA IN UNA GRANDE TERRA DI MARCA

Smerillo, piccolo borgo di neppure 400 persone. Una torre, una spaccatura nella roccia, fossili, un museo di arte contemporanea, prelibatezze a tavola e… “Parole della Montagna”.Quest’ultimo è un Festival. Lo ha pensato cinque anni fa Simonetta Paradisi, avvocato in Roma, smerillese per vis actrattiva: è la sposa di un agronomo locale, oggi, tra l’altro, anche... Continue Reading →

LE PAROLE DELLA MONTAGNA

La strada per il Rifugio del Fargno è sconnessa. Un tempo il suo transito era vietato. Oggi sono i solchi profondi a sconsigliare l’auto, specie nell’ultimo tratto, quello delle curve a gomito, a poca distanza dall’arrivo.In una piega della montagna c’è ancora una lingua di neve ghiacciata coperta da una coltre nera.Il Rifugio è ventoso.... Continue Reading →

NARRATORI DEL TERRITORIO O PROGETTISTI ARRUFFONI?

Ieri, Stefano Cesetti, nell’editoriale sul Resto del Carlino, ci ha tolto le parole di bocca.Ha scritto: “Se resterà moscio anche agosto, dovranno tutti ammettere che il loro impegno non ha avuto il successo sbandierato”.Il collega giornalista si riferiva al turismo, che non va, e ai tanti enti, associazioni, società pubblico-private che nei mesi scorsi hanno... Continue Reading →

FERMO AL BUIO. E NON E’ LA PRIMA VOLTA  

Pasolini aveva torto. Le lucciole sono tornate.Ieri sera a Fermo ce n’erano tante. Specie lungo la strada del teatro Romano, quella che sale alla Chiesa cattedrale.Numerosi i turisti che le hanno ammirate.Magari, non scorgendole subito. Perché, prendendo di petto la salita, occorreva, innanzitutto, guardar bene dove si mettevano i piedi.Il fondo è sconnesso, le pietre... Continue Reading →

LA REGINA SCOMMETTE IN MONTAGNA

Montefortino. Un tempo luogo di passaggio di uomini e bestiame per Umbria, Lazio e, soprattutto, Roma.Centro economico nel Medio Evo, se non fiorentissimo, quantomeno vivace.Sul colle più alto, lungo la strada che porta a Montemonaco, la pieve di Sant’Angelo in Montespino era l’ultima propaggine del vescovo di Fermo in terra di Farfensi. A volte la... Continue Reading →

VIVERE E NON ABITARE

A scuola imparavamo: san Benedetto la rondine sotto al tetto.Era il 21 marzo, entrava la primavera.La Chiesa da tempo ha spostato la festività del grande santo di Norcia all’undici di luglio, cioè oggi.Quest’anno attendiamo ancora l’estate.San Benedetto è patrono d’Europa.I suoi monaci, oltre a salvare la cultura greco-romana, fondarono il galateo.E’ inutile attribuirlo a mons.... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑