Un carabiniere per sindaco. Perché no? Il caso Pasquale Zacheo a Fermo

Magistrati che diventano politici, o rappresentanti delle forze dell’ordine che assumono compiti di amministratori pubblici mi hanno sempre creato qualche titubanza.

Dietro queste scelte vedo la fine della politica. O, meglio: l’attribuzione di ruoli politici agli ultimi custodi della legge (magistrati) e ai tutori della stessa (polizia, carabinieri, ecc.) mi appare un’ammissione di colpa. Come dire: siamo talmente corrotti e il sistema è talmente imputridito che, per tentare di venirne fuori, abbisogniamo di specialisti e di sacerdoti della legalità.

Il capitano Pasquale Zacheo, possibile candidato sindaco di Fermo

Il capitano Pasquale Zacheo, possibile candidato sindaco di Fermo

Sino a ieri pensavo così, secondo un ragionamento in astratto.

Poi, guardando meglio in giro, mi sono detto che certe scelte sono forse l’ultima frontiera della politica proprio di fronte al putridume.

Prendiamo il caso del capitano Pasquale Zacheo. Il nome del comandante della compagnia dei carabinieri di Fermo è stato fatto come quello di un possibile candidato sindaco della città.

Una piovra sulla città

Una piovra sulla città

Stavolta la proposta mi piace. Perché potrebbe risolvere i numerosi, intricati e poco chiari problemi di Fermo. Dai lotti di Casabianca all’affare della Coop sino alla vendita Solgas e alla discarica Asite.

La città ha bisogno di slacciarsi, di divincolarsi dalla piovra dei gruppi di potere economico, locali e viciniori. Vogliamo chiamarla mafia? Gli stessi gruppi che, in un modo o nell’altro, condizionano personaggi presenti nei diversi schieramenti.

La professoressa Brambatti ha avuto sì un caratteraccio ma dietro certi sgambetti che l’hanno costretta ad andarsene, potrebbero celarsi ben altri motivi che quelli della buona amministrazione o del bene della città.

Zacheo non ha partiti di riferimento. Non deve rispondere a quel notabile o a quell’altro. Non deve far conto sui portatori di voti e sugli organizzatori del consenso.

Il capitano potrebbe direttamente dialogare con la gente comune, quella che ogni giorno tira avanti la carretta imprecando contro il malcostume. Quella stessa che sempre meno si reca alle urne.

A conti fatti, la sua faccia pulita e sorridente potrebbe ottenere voti proprio da chi sinora si è guardato bene dall’andare a votare.

Non solo. Quest’uomo nuovo potrebbe diventare la calamita di tante persone serie che altrimenti si sarebbero tenute ben lontane dalla politica. Un processo rigeneratore dunque dell’intera classe dirigente.

Zacheo ridarebbe speranza di pulizia e dall’altro romperebbe l’incrostazione di un sistema che da anni grava su Fermo, favorendo invece l’emergere di volti completamente nuovi, preparati, entusiasti.

Se Pasquale Zacheo decidesse di scendere in campo, non avrà vita facile. I gruppi di potere prima lo blandiranno, tirandolo per la giacca. Poi, gli manderanno messaggi del tipo: dove puoi andare senza partiti e alleanze di riferimento. Quindi, gli faranno un fuoco di sbarramento prendendola alla lontana.

Se ne infischi. Faccia la sua squadra, prepari il suo programma. Vada avanti a viso aperto. Cerchi consensi tra chi ha ancora un senso di comunità e di orgoglio.

Gli ricordiamo, tra l’altro, che proprio ieri l’istituto di statistica IPR ha reso noti i risultati di un sondaggio: solo il 5 per cento degli italiani crede ancora nei partiti. E, dunque, negli apparati.

Nubi sulla città di Fermo. Da allontanare

Nubi sulla città di Fermo. Da allontanare

Per cui, nulla da temere. Lo spazio è ampio. C’è un gran lavoro da fare, c’è molto da ricostruire.

Sarebbe una piccola-grande rivoluzione. Uno strappo.

Vero e proprio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...