Notizie FM-Tv. Martedì 12 gennaio 2016

 

Vola il gradimento del sindaco di Fermo. Nell’indagine svolta da IPR marketing per conto de Il Sole 24 ore, Paolo Calcinaro si posiziona al quarto posto nella classifica nazionale dei primi cittadini. Calcinaro, espressione di una lista civica, da sette mesi alla guida del comune di Fermo dopo aver battuta  il concorrente Pasquale Zacheo, si è detto piacevolmente sorpreso ma anche attento a non cadere in facili trionfalismi. Sino ad oggi, l’amministrazione comunale da lui guidata, ha inanellato una serie di proposte di successo: dalle manifestazioni estive alla pista di ghiaccio, che ha rianimato il centro storico, specie la, prima deserta, piazza del Popolo. L’opposizione chiede ora che si passi ad uno nuovo sviluppo.

Da Il Resto del Carlino

Da Il Resto del Carlino

Quasi novecento ragazzi, studenti del Liceo delle scienze umane di Fermo, hanno assistito ieri mattina, con grande attenzione, alla lezione magistrale di Giulio Rapetti Mogol, il grande poeta-paroliere che ha firmato le più belle canzoni italiane degli ultimi 40 anni. Intervistato dalla studentessa Giulia Marziali, e introdotto dalla canzone “Dieci ragazze” proposta da un’altra studentessa, Chiara Filomeni, e dopo il saluto del sindaco Calcinaro e del dirigente Piero Ferracuti, Mogol ha spaziato dalla cultura alla musica etnica, da Battisti a David Bowie. Con una raccomandazione forte ai giovani: lavoro e cultura, sacrificio e passione. Ognuno ha un talento da tirar fuori. L’incontro è stato concluso sulle note de “Il mio canto libero”.

 

E, a proposito di scuola, riaperta ieri, con una piccola manifestazione la Scuola Media di Monte San Pietrangeli intitolata a “Valentina Sagripanti Ramadori”. L’edificio ha visto interventi di consolidamento sismico nel 2015. Con l’occasione, è stata inaugurata anche la nuova biblioteca con 85 volumi dell’enciclopedia  Treccàni a disposizione degli studenti, donata dalla famiglia Ramadori.

 

Il Comune di Montegiorgio, anche per l’anno in corso, ha rinnovato l’adesione al sistema interprovinciale piceno riguardante la biblioteca comunale “Mons. Germano Liberati”. Mons. liberati, sacerdote, studioso d’arte, docente al liceo Paolo VI, ha lasciato opere inedite, specie sul dialetto, che attendono la pubblicazione.

 

La Regione Marche garantirà ai detenuti nelle strutture marchigiane le stesse opportunità di cura previste dai Lea (Livelli essenziali di assistenza) per tutti i cittadini. L’Asur dovrà organizzare la rete sanitaria intra penitenziaria, territoriale e ospedaliera. Attualmente nelle Marche operano sette servizi intra penitenziari, di cui quattro sono “servizi medici di base” tra cui Fermo. Una recente ricerca nazionale (16 mila le persone coinvolte) evidenzia che oltre il 70% dei detenuti è affetto da almeno una patologia e oltre il 40% da almeno una patologia psichiatrica (ansia, nevrosi, depressione, adattamento). La dipendenza da sostanze è la patologia più diffusa e riguarda il 24% dei detenuti.

 

Rinviato l’incontro con Laura Morante. L’attrice, ed anche regista, non sarà più a Fermo domani, mercoledì 13 gennaio, per presentare il suo ultimo film “Assolo”. Per una indisposizione, la presenza della Morante è stata rinviata a venerdì 22 gennaio. L’attrice presenterà Assolo alle ore 21.

 

“Poesie per un anno” è il volumetto in distribuzione in questi giorni, che raccoglie le composizioni di Romina Angelici. 52 poesie che traggono spunto dal paesaggio, dalle feste di paese e dalle ricorrenze religiose.

 

Un’azienda che ha puntato tutto sulla bellezza ed un luogo dove la bellezza riluce in ogni particolare. L’azienda è le Grafiche Fioroni che compie 50 anni di attività. Il luogo, invece, è l’Abbazia imperiale di Santa Croce al Chienti, la più antica della vallata: 1.100 anni di storia. Entrambe: le Grafiche Fioroni e l’Abbazia, in territorio di Casette d’Ete di Sant’Elpidio a Mare.La ricorrenza del mezzo secolo di vita dell’impresa tipografica e artistica è stato celebrato domenica 10 gennaio 2016 proprio all’interno della chiesa abbaziale, ristrutturata da qualche anno. Numerosissimi gli invitati: amici, clienti, fornitori, imprenditori vari, parroci e sindaci del territorio. Occasione per festeggiare e presentare il tradizionale calendario artistico commentato dal critico d’arte prof. Nunzio Giustozzi. Non è mancato un intermezzo letterario con il prof. Cesare Catà che ha accostato la leggenda di Lotario e Imelda a quelle di Lancillotto e Ginevra, Paolo e Francesca, Romeo e Giulietta.

 

Gli esuli di Caporetto nelle Marche. E’ questo il tema che verrà affrontato nella mattinata di domani, mercoledì, a Fermo al Centro Congressi San Martino. L’iniziativa prende spunto da un corposo lavoro svolto dagli studenti dell’Istituto Commerciale e per Geometri “Carducci-Galilei”  che hanno sviscerato una pagina sconosciuta della prima guerra mondiale: l’arrivo e l’ospitalità a Fermo, Petritoli, Montegiorgio, Montegranaro e altri centri fermani, di numerosi profughi provenienti dalle zone dell’Alto Brenta, specie Campolongo, fuggiti dalla violenza. “I profughi di guerra nelle Marche” è anche il titolo della relazione che svolgerà il prof. Daniele Ceschin, docente universitario, storico e autore del libro “Gli esuli di Caporetto”. Altre scuole: medie e superiori proporranno i loro lavori.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...