Cirinnà e omosessuali. C’interessa la persona. Non la moda.

Il Parlamento sta votando il disegno di legge Cirinnà.

Da settimane il ddl tiene banco sui media.

In queste ore, si parla solo di “mammiferi” e di “sport”: canguro sì canguro no, salto ad ostacoli sì salto ad ostacoli no.

per

I parlamentari sembrano più attenti ai trucchetti dell’iter legislativo che all’impatto della legge stessa sulla società. Quantomeno questa è l’immagine che se ne ricava.

Ci permettiamo alcune osservazioni.

Una normativa alle unioni omosessuali va data. Tali convivenze sarebbero diverse migliaia. Un dato, allora, di cui tener conto

Sarebbe necessaria una riflessione più attenta circa gli effetti della legge sui bambini. Mentre hanno parlato i capi partito e capi schieramento per le loro tattiche di alleanza, poco o nulla è stato riportato degli studi su evoluzione, educazione, sviluppo dei minori.

Il ricorso all’utero in affitto è già praticato. Il fenomeno è terribile. La donna è ridotta a macchina riproduttrice.

Andrebbe fermato ad ogni costo.

Il riconoscimento delle unioni omosessuali è stato trasformato in pressione ideologica e vezzo modaiolo: dal Festival di Sanreno alle rubriche radiofoniche, sino agli spot pubblicitari.

Il tema, come si dice in gergo, tira. E si vende bene.

Oggi in Italia criticare la legge e affermare la bontà della famiglia tradizionale sta diventando un rischio.

Si sta imponendo un insidioso pensiero unico.

Il pensiero unico è sempre all’inizio di qualcosa di totalitario.

Infine, il rispetto non va all’omosessuale. Il rispetto va alla persona. Che sia bianca o nera, handicappata o no, femmina o maschio, omosessuale o altro.

Altrimenti, ricorrendo alle leggi che tutelano il bianco e il nero, l’handicappato e il non handicappato, l’omosessuale e il tradizionale, quello dagli occhi celesti e l’altro dagli occhi neri, la donna dai capelli biondi e l’altra dai capelli rossi, sicuramente… dimenticheremmo qualcuno.

Rispettare la persona per quel che è, sta alla base della nostra civiltà.

Se siamo incapaci di questo e di far rispettare questo principio, la marea di leggi ci sommergerà inutilmente.

Sarà un po’ come le grida manzoniane.

Annunci

One thought on “Cirinnà e omosessuali. C’interessa la persona. Non la moda.

  1. Bravo Direttore, complimenti e grazie, in fondo il problema è esattamente questo, preoccuparsi della PERSONA senza sottilizzare su come è e come è fatta…. se non c’ è questa preoccupazione di fondo non c’ è niente, meglio sbagliare in buona fede che non provarci. Tanto le cagnare politiche le facciamo per qualsiasi altro motivo, buono o cattivo che sia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...