Voglia di Contea. Voglia di Bellezza

Sono le immagini più belle di questa Terra.

Della montagna, le raccoglie Giuseppe Di Modugno.

Ha creato una pagina facebook che aggrega il meglio dei Sibillini raccontati negli scatti di amici e conoscenti. Immagini ed anche parole.

Gli “Amici di piazza del Popolo” sorprendono invece la città di Fermo nelle iniziative vivaci che l’ultimo periodo ci ha regalato.

marinu

Franco Marinucci: Piazza del Popolo di Fermo dopo il temporale

Franco Marinucci immortala il dentro le mura di Fermo colto in momenti particolarissimi (alla pioggia, al sole, a sera)  e coglie lo strabordio (sembra sentirlo!) delle onde sui massi, gli asini al palo, i girasoli nei quadrati dei campi di Marca.

Gli Amici delle Terre Montegiorgesi pubblicano immagini lontane nel tempo: piazza Matteotti senza i rialzi delle case, le squadre di calcio a fine seconda guerra mondiale, il Pincio com’era.

Aldus Graf riporta foto di antiche teste d’eroi, fortezze dalle mura slabbrate, paesaggi d’altri tempi.

Taxis Alaudae

Taxis Alaudae, piazza Matteotti (Montegiorgio)

Di singoli e gruppi che raccontano la propria comunità per com’è stata, ce ne sono a decine.

Un fenomeno interessante. Che forse, indirettamente, cerca, non tanto un ritorno al passato, quanto un legame, un qualcosa di solido su cui poggiare presente e futuro. Una necessità, magari non detta, di sconfiggere quello che la psicanalisi ha chiamato il problema del “futuro-minaccia” che ha sostituito il “futuro-promessa”.

Un fenomeno che, a nostro avviso, va idealmente collegato a quanto accaduto sabato scorso al teatro di Porto San Giorgio.

450 persone tra platea e palchi: bambini, giovani, adulti, venuti ad ascoltare “Il Signore degli anelli” nella riduzione teatrale fatta da un incomparabile Cesare Catà.

Tolk

Teatro di Porto San Giorgio: Per Salvare la Contea, con (da sx) Giuseppe Franchellucci, Gianluca Tuzi, Dania Attorresi, Rebecca Liberati, Simona Ripari, Alessandra Basso, Adolfo Leoni, Cesare Catà, Kevin Pizzi

Una lezione-spettacolo come nel modello del Magical Afternoon? Sicuramente. Ma, trattandosi di Tolkien, con molto altro di più. Come, ad esempio, il sapore della Terra, il desiderio di una Compagnia, la battaglia contro il potere/male rappresentato dall’Anello (libidine estrema del potere di potenza e volontà di assoggettare).

gruppo

Dopo 4500 pagine della trilogia tolkeniana, si scopre che il protagonista della saga non è Aragorn, non è Gandalf, e neppure Frodo.

E’ Sam, invece: Samvisa Gamgee. Il grandissimo amico del giovane Baggins.

contea

Sam, che, al termine della impressionante impresa (buttare l’anello nel vulcano), sul finire del giorno, se torna a casa per Lungacque, verso il Colle della Contea. Torna dalla sua Rosie, nella sua modesta abitazione dove c’è una luce gialla e un fuoco acceso; dove c’è un pasto. Dove c’è un bacio da dare a sua moglie, e una figlia, Elanor, da prendere sulle ginocchia e abbracciare dicendo solamente: “Sono tornato”.

Gli Hobbit della Contea sono un “popolo discreto e modesto”, ha detto Catà presentando l’evento sangiorgese.

Sono amanti della pace, delle feste, della birra, dell’erba-pipa, scriveva Tolkien. Sono amanti della della terra ben coltivata, dell’agricoltura, delle stagioni. E non delle fucine industriali, terrificanti, allestite nelle caverne scure di Mordor dove lavorano migliaia di schiavi tutti eguali.

Forse è la luce della Contea che ci affascina, è il lindore dei luoghi, sono le immagini di bellezza che ci attraggono.

E’ l’attrazione per come potrebbe essere un vivere diverso.

Ma chi dice che sia impossibile?

 

Annunci

One thought on “Voglia di Contea. Voglia di Bellezza

  1. C’ è anche un’ altra caratteristica particoare del popolo Hobbit: mezzi uomini pacifici, goderecci, grandi esperti di pantagrueliche mangiate, bevute e fumate di “Erba Pipa”; proprio loro, messi alle strette e quando è proprio inevitabile, pur pieni di paura e rimpiangendo gli agi cui sono abituati, prendono la spada ed affrontano tutti: Orchi – Nazgul – mercenari di Saruman e persino lo stesso Oscuro Signore Sauron.
    Proprio loro, diffidenti verso gli estranei, si affidano ad un oscuro avventuriero di dubbia fama come Granpasso-Aragorn e si fanno guidare da Gandalf.
    Proprio questi giocherelloni inaffidabili, che combinano guai e fesserie incredibili, saranno quelli che porteranno alla rovina i loro invincibili nemici.
    Non ricordo dove ho letto che Tolkien negli Hobbit fa una idealizzazione dello stesso popolo inglese: formalisti bevitori di the, immersi nei loro affari interni, isolazionisti e parecchio menefreghisti, che si trovano ad affrontare direttamente Hitler. E lo combatteranno con decisione fino a quando non si ridurrà a spararsi per evitare la cattura da parte di chi gli assomigliava anche troppo bene. Combatteranno ostinatamente contro tutto e tutti, da soli, quando saranno ridotti a temere l’ invasione proveniente dal Canale della Manica, quando verranno battuti in Africa ed in Asia, insultandosi atrocemente con l’ Unione Sovietica, fino al giorno in cui se la ritroveranno alleata, pur capendo che comunque il loro “vecchio” mondo (l’ impero realizzato su mezzo mondo) finirà ed il mondo cambierà perchè il loro ciclo è finito… bhe non smetteranno mai di combattere e di affrontare il loro nemico.
    Fin quando arriveranno altri, dopo loro e poi avanti loro, fino alla fine di tutto, di un’ epoca, di un mondo, e di una della tante incarnazioni umane di Sauron. Dopo sarà anche peggio, non ci sarà mai nobiltà e generosità, i vincitori si sporcheranno più dei vinti…. ma quella lotta verrà portata avanti, fino alla fine, da tanti piccoli impauriti hobbit di tutto il mondo, che ebbero in sorte di dover diventare combattenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...