Il Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea. Le Università europee. Per la Terra di Marca

La festa di sabato sera al ristorante Da Benito, a Magliano di Tenna, ha concluso la prima edizione dell’International Student Competition organizzata dall’Università di Macerata (Prof. Cavicchi e i suoi studenti), dal Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea e dall’Associazione Antichi sentieri – Nuovi cammini.

ama

Prima della cena, l’ultimo atto del lavoro è stata l’assemblea degli universitari con i docenti, i tutor, i componenti del Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, i produttori, i cuochi, i gestori di B&B e Resort. E’ stata una prima analisi e un primo giudizio sui cinque giorni di studio ed elaborazioni progettuali svolte nella Terra di Marca.

I progetti presentati già nella mattinata di sabato ad Amandola, al teatro La Fenice, diverranno nei prossimi mesi un volume elaborato dai docenti. Servirà come ricerca approfondita sulle possibilità di sviluppo turistico delle Marche sud e come piccolo manuale di economia turistica.

amadue

Alcuni componenti il Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea

Molto soddisfatti i docenti stranieri. I professori Tommy Andersson e Don Getz hanno apprezzato senza riserve l’organizzazione e l’impegno svolto dal Laboratorio per far conoscere i punti di forza della Terra di Marca.

Anche gli universitari hanno colto ed elogiato il paesaggio, l’ospitalità, il senso di festa e le lezioni svolte nei diversi teatri.

Ieri, nella pagellina settimanale compilata da Il Resto del Carlino, l’iniziativa ha ricevuto il voto massimo: 10.

Con questa motivazione: “Provenienti la maggior parte dall’estero, per cinque giorni hanno scoperto il Fermano, in tutte le sue bellezze e sfaccettature, hanno gareggiato per ideare un brand e, soprattutto, hanno postato nei loro Paesi le immagini del nostro territorio”.

Poi, la “pagella” ha così concluso: “La promozione più immediata ed efficace. Altro che aree hospitality, vacanze pagate a giornalisti specializzati e tour per i blogger”. Sintesi di chi ha saputo osservare con attenzione l’evento.

Nei cinque giorni sono state postate centinaia di immagini. Tre gli hashtag: #iscfermo, #mediterraneadiet, #destinazionemarche.

amatre

Un momento di lavoro, a teatro, con il prof. Alessio Cavicchi (seduto)

L’algoritmo sviluppato dall’Università di Ancona ha registrato oltre 130 mila visualizzazioni in rete, senza tener conto di quelle su facebook.

Oltre a quella maceratese, le università coinvoltesi sono state quelle di Ancona, San Raffaele di Roma, del Belgio, della Repubblica Ceca, Norvegia, Polonia, Spagna e Svezia.

A settembre in arrivo una università della Florida.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...