Tartufi, domande e mancate risposte

La Provincia di Fermo preferisce le trote?

Domanda legittima dopo l’avventura di un giovane avvocato e dell’amico al seguito.

Storia buffa quanto vera.

tartufi

Il tartufo è buono. La gola direbbe: squisito! Così due amici decidono qualche giorno fa  di iniziarne la ricerca. Prima di tutto, addestramento del cane. L’animale viene portato da un esperto che lavora dalle parti di Ascoli Piceno.

Intanto l’avvocato – rispettoso ovviamente delle leggi – e il suo amico decidono di informarsi  sulle procedure per le licenze.

Ne hanno conoscenza vaga: sanno di un corso con esame finale. Un po’ come per i funghi, che sono un’altra delle loro passioni. E per cui hanno seguito lezioni e sostenuto una prova.

Chi meglio della Provincia può dare informazioni?

Già: chi meglio?

punto interrogativo

Il clima nell’edificio fermano è un po’ dimesso. Si capta l’incertezza di uomini e cose. I nostri si appropinquano in tre uffici successivi: uno è chiuso nonostante sia orario di apertura al pubblico; un altro è presidiato da un signore che di tartufi e carte bollate non ne sa nulla; nel terzo c’è un addetto che proprio addetto non è: si dichiara incompetente in materia di “tuberie”. Non resta che l’ufficio regionale per l’agricoltura: ad esso è passata la competenza. L’avvocato vi si reca personalmente. Non è facile raggiungerlo mancando le indicazioni.

Dopo averlo individuato con una certa fatica, appena entrato è già liquidato con  la frase: «Non ne sappiamo nulla, non abbiamo manco i moduli per le domande e non sappiamo nemmeno se sia uscito il bando».

Però una strada viene fornita. L’avvocato riceve un foglietto con un numero telefonico e con la spiegazione che sicuramente «questa persona saprà dare indicazioni più che utili».

Perfetto. L’avvocato chiama. La risposta è una sonora risata. E perché mai? Perché a rispondere è uno che, come l’avvocato, era andato a chiedere informazioni, aveva lasciato il suo numero di telefono perché gli facessero sapere qualcosa. Un gesto che lo ha reso, automaticamente, l’esperto della Regione a Fermo in materia di tartufi e magari anche di molto altro.

Com’è finita? Non è finita. Forse l’avvocato cambierà genere, dirigendosi verso la trota appenninica. Che sembra piacere di più, in Provincia.

C’è un progetto…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...