In odio la vita

Non cambia se un milite dell’Isis fa strage di bambini e adulti a Nizza rispetto ad un giovane depresso che ammazza coetanei a Monaco di Baviera, o un giapponese che accoltella a morte 19 handicappati.

Non cambia il senso.

Vengono spente vite umane.

C’è un odio contro la vita

Che lo si faccia per ideologia, politica d’espansione, o purezza della razza, c’è qualcosa che scatta come odio verso l’altro.

Sembra una china inarrestabile.

nulla

Un rotolar veloce sempre più in basso.

L’altro è il nemico; l’altro è l’avversario, il concorrente; l’altro è un ostacolo, un impaccio, una palla al piede.

Misure diverse di uno stesso concetto.

Gulag, lager, laogai, manicomi, cliniche sterilizzanti, per estirpare ogni altro. Per annientarlo. Per far piazza pulita.

Poi l’aborto: il buttar via nel water, nel secchio dell’immondizia, nel canale, la vita nascente.

Poi le varie pulizie etniche e le guerre pulite e quelle sporche.

Fino ai coltelli di ieri.

Questo “impero del male”, questi “imperi del male”, con le loro propaggini militari, culturali, informative, sono odiosi e accrescono odio.

Li batterà, forse, l’esatto contrario.

Ma chi educa a farlo?

#Monaco #vita #gulag #lager #aborto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...