Minori… per modo di dire. Domenico Pupilli, l’artista delle acqueforti

Porta la barba e indossa un cappello stile baseball. Non era così quando insegnava Storia dell’Arte al liceo-ginnasio Annibal Caro di Fermo. Lo sguardo simpatico e il modo diretto di comportarsi sono invece gli stessi. Domenico Pupilli mi accoglie nella sua bottega-laboratorio di via Zeppilli a Fermo. Lavora a una incisione. Non è l’unica passione che ha. Ma è quella che coltiva con più assiduità. «Questa è la lastra di rame (costosa, ma può essere anche di zinco), questa è la vernice nera, questo è il disegno, questo è l’odore dell’acido nitrico, questo è il torchio, questa è la carta di Fabriano… Questa è l’acquaforte che ne esce». Spiega come ai tempi dell’insegnamento.

È l’immagine del fiume Ete, delle sue sponde, di un ponticello mobile. «Un contadino lo metteva alla bisogna e lo toglieva quando il fiume ingrossava». Saggezza antica.

Il prof. Pupilli toglie la lastra dal torchio e la pulisce con una pezza lasca: la «tarlandana» che non capisco sia dialetto o termine tecnico. Le sue acqueforti raccontano la nostra Terra di Marca. Solo una volta è toccato a Roma, via Nomentana. Il resto è entroterra: fiumi, colline, vergare, vigne, animali al pascolo, campanili, botteghe, piazzette. Vita di paese, vita di campagna. Ci tiene a precisare che le sue acqueforti scaturiscono dal camminare per le nostre contrade. Oggi, un po’ meno, prima molto di più, ma anche spostandosi in bicicletta o in vespa.

Per Italia Nostra – primi anni ’70 – fece un gran lavoro sulle fonti murate e sui cimiteri monumentali (Petritoli, Montegranaro, Montegiorgio, ecc.). Le schede che ne ricavò si trovano presso la Sovrintendenza ai Monumenti

Quante le lastre incise? «Difficile dirlo con esattezza: millecento forse», con una accelerazione e precisione di formato dopo l’entrata nell’associazione La Luna. Il prof. ama anche fotografia e pittura. Quest’ultima specie d’estate, nei campi, per ore, «peccato le ossa».

pupilli-foto

Ha anche due libri al suo attivo: «Carte Fermana» per la Andrea Livi Editore, pagine su artisti, poeti e scrittori delle nostre contrade, e «La finestra del solitario» saggio sull’acquaforte di Luigi Bartolini, per Avagliano Editore. Ama l’opera di Bartolini, ma l’incontro che lo ha segnato è stato con il prof. Danilo Interlenghi: prima media, sui banchi della Scuola Statale più tardi «Betti». Gli ha insegnato la «linea buona» e il tratteggio.

Poche le mostre di Pupilli. L’ultima per Ottobre all’Abbazia, a Montegiorgio, dal titolo «Segni da passeggiate» il cui catalogo è stato edito da Il Lavoro Editoriale (15 euro). Le incisioni 18 x 13 sono custodite in bellissimi cofanetti con su scritto Diario.

Ma il capolavoro sono le 100 incisioni su carta antica, su antico libro del 1700: gladioli selvaggi, ramarri, fiumi e donne.

Signori: Domenico Pupilli, artista dell’acquaforte.

La Scheda.

Domenico Pupilli è nato a Grottazzolina il 17 aprile del 1943. Vive a Fermo. Dopo la laurea in lettere a Perugia (dove aveva seguito il fratello da Bologna) con una tesi su Luigi Bartolini, ha insegnato al Liceo – ginnasio Annibal Caro di Fermo. Tra i suoi insegnanti anche Alvaro Valentini. Il gusto della grafica lo ha imparato dal padre, Diego, calligrafo (oltre che bancario). E’ stato anche assessore alla cultura di Grottazzolina, sindaco Ambrogi. Per distendersi, suona le congas e un grande tamburo africano. Ha cantato nel coro di Grottazzolina. Rimpianti? «L’artigianato che muore».

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino di sabato 12 novembre 2016

#arte #acquaforte #destinazionemarche #domenicopupilli #grottazzolina #fermo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...