Colletta alimentare. Sabato prossimo un gesto di carità oltre la carità

Cos’è la carità? «Non è l’euro lasciato all’indigente incontrato per strada, è qualcosa che cambia la mentalità quotidiana. La sto sperimentando intorno a me». La risposta ce la dà un adulto di Ussita sfollato a Porto Sant’Elpidio. Anche lui sarà tra gli oltre trecento volontari del fermano che sabato 26 novembre indosseranno la pettorina gialla e, dinanzi ai supermercati e negozi di alimentari, chiederanno di acquistare qualche prodotto a lunga conservazione per chi ne ha più bisogno.

colletta-foto

È la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. La ventesima edizione promossa dalla Fondazione Banco Alimentare. Nel Fermano sono stati coinvolti 53 supermercati e negozi: da Casette d’Ete a Servigliano, da Lido San Tommaso di Fermo a Massa Fermana. Ci saranno anche gli esercizi delle zone terremotate di Montefortino, Amandola e anche di Comunanza. I trecento e più volontari vengono da ambiti e associazioni più diverse.

I prodotti raccolti andranno a sostenere tante famiglie ed enti caritativi con il cosiddetto pacco alimentare.

Quest’anno nella nostra terra colpita dal terremoto la raccolta di cibo avrà un significato ancora più importante.

banco-2

Papa Francesco nel discorso rivolto ai partecipanti al Giubileo degli Operatori di Misericordia il 3 settembre scorso ha detto: «Non si può distogliere lo sguardo e voltarsi dall’altra parte per non vedere le tante forme di povertà che chiedono misericordia…la misericordia di Dio non è una bella idea, ma un’azione concreta».

A livello nazionale i volontari saranno 140.000, 12.000 i supermercati, 1.560.000 le persone bisognose in Italia, di cui quasi 135.000 bambini fino a 5 anni. Le donazioni di alimenti ricevute nella giornata di sabato prossimo andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo, oltre 80.000 tonnellate già distribuite quest’anno.

banco

4,6 milioni di persone in Italia soffrono di povertà alimentare, il numero più alto dal 2005 ad oggi, tra queste troviamo famiglie con due o più figli, nuclei in cui il capofamiglia ha perso il lavoro, giovani disoccupati.

La Colletta Alimentare di quest’anno gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, ed è resa possibile grazie anche alla collaborazione dell’Esercito Italiano e alla partecipazione di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...