La Sindone e il Sacro. Due iniziative a Fermo in vista della Pasqua

Di chi è quel volto? Di chi quel corpo d’uomo morto in seguito a terribili torture e poi crocefisso? Quale persona è stata avvolta da quel lenzuolo di lino tessuto a spina di pesce?

La tradizione vuole si tratti del lenzuolo citato nei Vangeli che servì a coprire ed abbracciare Gesù deposto nel sepolcro dopo il supplizio della croce. Numerosi sono stati i riscontri scientifici ma anche le controversie. Dunque, l’enigma resta.

Certamente però la Sindone, oggi conservata nella cattedrale di Torino su dono dei Savoia, è diventata un segno «che aiuta a comprendere e meditare la drammatica realtà della Passione di Gesù. Per questo Papa san Giovanni Paolo II l’ha definita “specchio del Vangelo”».

sindone

Della Santa Sindone, in preparazione della Settimana Santa, tratterà domenica 9 aprile (ore 17, salone di Santa Lucia) il vice parroco di Santa Lucia di Fermo padre Joseph Spence. Il giovane sacerdote venuto dagli USA è un esperto nel campo e un appassionato dell’enigma. A suo dire – e sulle tracce di Giovanni Paolo II – siamo dinanzi ad un vero e proprio Vangelo impresso sul lino.

La storia della Sindone s’intreccia con la vicenda delle Crociate.

Il lenzuolo – per alcuni studiosi – rientrava nel bottino conseguente al saccheggio che l’esercito latino compì a Costantinopoli nel 1204.

Secondo Gian Maria Zaccone, storico e direttore scientifico del Museo della Sindone, «intorno al 1350 la Sindone compare, senza una nota documentazione anteriore, in Francia, in una chiesa di recente costruzione a Lirey, vicino a Troyes».

Poi il passaggio alla casa reale di Chambery.

Vera o non vera, « La Sindone – ripeteva papa Giovanni Paolo II – è provocazione all’intelligenza».

«Essa richiede innanzitutto – precisa il prof. Zaccone –  l’impegno di ogni uomo, in particolare del ricercatore, per cogliere con umiltà il messaggio profondo inviato alla sua ragione ed alla sua vita. Il fascino misterioso esercitato dalla Sindone spinge a formulare domande sul rapporto tra il sacro Lino e la vicenda storica di Gesù. Non trattandosi di una materia di fede, la Chiesa non ha competenza specifica per pronunciarsi su tali questioni. Essa affida agli scienziati il compito di continuare ad indagare per giungere a trovare risposte adeguate agli interrogativi connessi con questo Lenzuolo».

spence

Padre Joseph Spence, vice parroco di Santa Lucia a Fermo (Italia)

E sul tema del Sacro, in occasione della Pasqua, va segnalata l’importante Collettiva d’Arte che l’Associazione ex Allievi del’Istituto Statale d’Arte Umberto Preziotti di Fermo è stata allestita all’interno dello stupendo Oratorio di Santa Monica, sempre all’interno della parrocchia di Santa Lucia, e che sarà inaugurata sabato 8 aprile alle ore 18.

La mostra resterà aperta sino al 7 maggio 2017.

di Adolfo Leoni

#SacraSindone #Sacro #Arte

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...