MINORI… PER MODO DI DIRE. Il nutrirsi secondo Jennifer

Giovane, intelligente, preparata. È Jennifer Bastianelli. Il nome americano (suo fratello si chiama Brian) piaceva a suo padre Mauro, e sua madre Arianna ha acconsentito.

Jennifer ha studiato per diventare nutrizionista. Prima la laurea triennale in Biologia della Nutrizione presso la sede staccata dell’Università di Camerino a San Benedetto del Tronto, poi la magistrale proprio a Camerino in Biological and Functional Food, «e tutto in inglese», precisa lei.

La laurea arriva il 25 ottobre del 2012. La Lode è dedicata a Riccardo, il bambino che ha in pancia e nascerà 17 giorni dopo. «È come se lui avesse studiato con me».

Oggi la trovi che svolge il suo lavoro presso le farmacie del fermano, i poliambulatori e le palestre.

Bastianelli J.

La dott. ssa Jennifer Bastianelli

Queste ultime sono sempre state la sua passione. Non solo perché suo marito Pierluigi Pallottini ne gestisce una a Porto San Giorgio. Anche perché l’attività sportiva è stata fondamentale nella vita della Bastianelli. Al momento della

scelta universitaria aveva pensato di frequentare l’ISEF. Poi, i consigli non sono stati unanimi, e lei ha deciso altrimenti, ma sempre per qualcosa che avesse a che fare con la vita più  sana e felice possibile, e un corretto stile alimentare. Ed eccola allora frequentare quel tipo di università, prendere l’abilitazione all’Albo dei Nutrizionisti nel 2013, partecipare ad un numero consistente di corsi tra i quali la Scuola di Nutrizione e Sport di Rimini.

Dalla dottoressa Jennifer vanno persone con problemi di obesità («il numero dei bambini in sovrappeso è in aumento») ed anche con il suo contrario: la magrezza, «che è più difficile da risolvere». Vanno anche parecchie signore per un piano di alimentazione equilibrato, e mamme con neonati.

Jennifer assiste i suoi pazienti anche inviando tramite mail ricette particolari con cui cucinare, che so, il merluzzo lesso oppure i legumi: «non la solita zuppa».

A proposito di cucina, lei è una tipa cui piace inventare, provare cose nuove. Ad esempio? «I totani con ceci e patate». Nel giorno del nostro incontro ha preparato per Riccardo (ora ha quattro anni e mezzo) piselli ai gamberi e zucchine. Ama anche la buona cucina altrui, cercando i cuochi migliori, «la qualità soprattutto: sarebbe un controsenso che io la predichi e non la pratichi».

Progetti per il futuro? «A fine 2017 dovrei farcela ad aprire un ambulatorio privato. Poi il mio sogno è quello di un Centro dimagrimento con palestra e cucina, un tutt’uno».

E l’azienda di famiglia Country Pig di Rapagnano? «Per i loro clienti ho preparato un menù bilanciato, ma a dicembre, quando il mio lavoro un po’ diminuisce do una mano dove serve». Mentre a casa, con Riccardo, vede i cartoni animati e conosce tutte le loro colonne sonore.

La Scheda:

Jennifer Bastianelli, anno 1987, è nata e risiede a Fermo. Si è diplomata presso l’ITET Carducci – Galilei di Fermo, frequentando il corso turistico, per laurearsi poi a Camerino. Sportiva da sempre, a quattro anni ha iniziato a nuotare, in modo agonistico, con la IDOOR e l’Onda Azzurra.

A undici anni ha smesso per dedicarsi alla pallavolo, prima con la società Rapagnanese, quindi con la Volley Angels di Porto San Giorgio.

Ama il mare, ma non disdegna le vacanze in tenda presso i laghi, accompagnando con la famiglia suo fratello Brian che è un provetto pescatore.

Tra i cantautori italiani che predilige c’è Paola Turci.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, sabato 17 giugno 2017