Successo ungherese per la Banda interprovinciale Fermano-Maceratese

Dopo la Bielorussia, lo scorso gennaio, e in vista di Mosca, la primavera prossima, la Banda Giovanile Interprovinciale del Fermano-Maceratese, ha riscosso un grande successo in Ungheria.

Il gruppo musicale formato da circa 60 adolescenti guidato dai maestri Lelio Leoni e Mauro Stizza ha partecipato dal due al sette agosto al tradizionale International County-Wandering Festival. L’evento nato nel 2002 porta, nel mese di agosto, musica e spettacolo in giro per città e paesi dell’Ungheria. Da qui il nome più familiare di Contea-Errante.

Banda

La Banda Interprovinciale del Fermano-Maceratese ha eseguito una serie di concerti insieme ad altre formazioni provenienti dalla Turchia, Lituania, Ungheria. Per l’Italia era presente anche un gruppo pugliese. Le esibizioni sono state tenute in alcune località termali. Quartier generale dell’iniziativa e base logistica per i giovani strumentisti italiani è stata Makò, la città più fiorita d’Ungheria, come è stata ribattezzata da tempo, la cui principale attrazione turistica è la fonte di acqua termale.

Banda2

La Banda Interprovinciale si è fatta notare per le proposte musicali, per la serietà dei comportamenti anche al di fuori dei concerti, per la simpatia e vivacità espressa da tutti i componenti, primi tra i quali i maestri concertatori che più volte hanno inscenato sul palco siparietti improvvisati catturando l’attenzione del pubblico e ricevendo vere e proprie standing ovation.

Diversi anche i genitori che hanno accompagnato i giovani marchigiani nella loro tournée ungherese.

La Banda Interprovinciale, nata da un paio di anni in un rapporto molto stretto specie tra le realtà musicali di Montegiorgio e Montesangiusto, è riuscita a mettere insieme sino a 60 giovani strumentisti.

banda3

«Siamo molto contenti di come stanno andando le cose – spiegano i maestri Leoni e Stizza, entrambi trombettisti -, oltre all’aspetto musicale, i ragazzi vivono una bella esperienza insieme, educativa e di amicizia, che, in frangenti come gli attuali, non è davvero poco».

Rientrati a casa, dopo qualche giorno di riposo, la Banda tornerà a prepararsi per la prossima meta: Mosca.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...