MINORI… PER MODO DI DIRE. I racconti, le parole, le panchine baresi di Raffaello Ferrante

Se andrete a Bari, fate una capatina sul lungomare centro. Sedete sulle panchine e leggete attentamente quanto vi è inciso. Gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti le hanno decorate con  frasi tratte da alcuni libri di scrittori baresi. Ci sono le parole di Gianrico Carofiglio, magistrato e scrittore; di Antonella Lattanzi, scrittrice e sceneggiatrice; di Nicola Lagioia, scrittore e direttore del Salone Internazionale del libro di Torino; del giornalista di nera Alessio Viola; e di una barese che da anni vive a Fermo e si chiama Raffaello Ferrante. Le parole di Raffaello sono tratte dal suo romanzo Orecchiette Christmas stori. Si sa: le orecchiette sono il piatto tipico della Puglia e il Natale si ripresenta uguale ogni anno, ma ciò non tragga in inganno perché la storia che Raffaello racconta è quella violenta di cinque malvissuti in una notte di vigilia natalizia, in una sala Bingo, dove gioco, sesso, degrado si mischiano in un concentrato di disperazione. Ferrante descrive un’umanità piena di limiti e disperata. Il suo linguaggio è «forte», ma anche pieno di ironia. Se dovesse descriverlo, direbbe, con frasario da cinema: «amarezza nel ridere».

Il suo libro, insieme a quelli di altri scrittori, è stato letto dai detenuti dal carcere di Bari. E sono stati loro a scegliere i migliori segnalando le frasi che avrebbero arredato le panchine del lungomare.

Raffaello è un tipo originale. L’avevo notato dietro al bancone-cassa del Multiplex Super 8 di Fermo. È uno che sa colloquiare con il pubblico. Mai invadente. Intelligente alla latina: capace di leggere tra le righe.

Ferrante
Raffaello Ferrante

Abbiamo iniziato una sorta di gioco. Mi avvicino e gli chiedo di indovinare quale film ho scelto di vedere. Ci azzecca quasi sempre. Coglie i gusti della gente, li memorizza, sa consigliare. È un osservatore. Mi ha incuriosito. Così ho scoperto che Raffaello è laureato in Scienze Politiche. Ha scritto racconti pubblicati su diverse antologie. Ha dato alle stampe il romanzo di cui parlavo prima e da cui sono state tratte le frasi per le panchine di Bari. Ma non solo. È il capo-redattore di una rivista on-line dal titolo mangialibri.com. Di che si tratta? Di un magazin di recensioni fondato anni fa da David Frati, molto popolare. Frati intercetta tutti i libri che può e li smista ai suoi collaboratori. Raffaello è una sorta di coordinatore e recensore. Uno che i libri li legge sul serio, dalla prima all’ultima pagina, senza ricorrere, come spesso capita altrove, al sunto dell’ultima di copertina. Legge tutto quello che gli viene inviato, dunque, ma Frati ha capito che il genere più amato dal suo capo-redattore è quello noir. E noir sia.

E pensare che da giovanissimo masticava poco la lettura e gli preferiva la musica con i suoi gruppi, con le cover di Vasco e Ligabue.

La Scheda.

Raffaello Ferrante è nato a Bari il due settembre del 1969.

Diplomato al liceo scientifico si è iscritto a Giurisprudenza per poi laurearsi in Scienze Politiche. La passione per la lettura e la scrittura è scattata all’università. Nel 2007 ha pubblicato il racconto Il lavoro logora chi non ce l’ha (Centoautori), nel 2013 ha partecipato al grande romanzo collettivo In Territorio nemico (Minimum fax), nel 2014 ha pubblicato il romanzo Orecchiette Christmas stori (roundmidnight), nel 2015 è stata la volta di alcuni racconti su antologie Inchiostro di Puglia.

Venuto nelle Marche, è stato chiamato a far parte della Carboneria letteraria, tra gioco e letteratura.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, sabato 30 dicembre 2017

#Bari #Carofiglio #RaffaelloFerrante #Super8 #Mangialibri

 

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑