VITA DA SINDACI. Monteleone di Fermo secondo Marco Fabiani

Marco Fabiani è il sindaco di Monteleone di Fermo, terz’ultimo comune della provincia per numero di abitanti. Eletto con la lista civica Impegno-Unione-Solidarietà, lista, come sottolinea, «culturalmente multietnica».

La prima urgenza di Monteleone?

Il problema è il lavoro. Avevamo un grosso opificio che si occupava di produrre pasta fresca. Una realtà di livello nazionale. È fallita nel 2009. Creando problemi. A nove anni di distanza non sappiamo se ci sono soggetti interessati all’acquisto del fabbricato abbandonato che insiste in una zona di interesse archeologico (la Piana di San Marone). La mia preoccupazione è prima di tutto la mancanza di lavoro. Siamo sprovvisti di qualsivoglia tessuto industriale. Poi c’è la questione estetica.

Fabiani
Il sindaco Marco Fabiani

Altra urgenza?

Lo spopolamento. Da circa 1300 abitanti degli anni Venti siamo passati a neppure 400 con lo spostamento dalle attività agricole a quelle industriali. C’è stata una battuta con l’apertura dell’azienda di pasta. Debbo aggiungere che diversi cittadini che praticavano l’artigianato ne sono stati assorbiti, per cui il tessuto artigianale è stato azzerato. Da una parte si è avuto un indubbio benessere economico; dall’altra, fallita l’impresa, ci siamo trovati di fronte ad una desertificazione. Restano alcune realtà in ambito agro-alimentare.

Misure per favorire una ripresa di popolazione?

Stiamo predisponendo un piano proprio in questo periodo. Saremmo disponibili a creare condizioni favorevoli per coppie che volessero stabilirsi da noi. Il Comune ha tre appartamenti (due al momento hanno problemi di agibilità). Però, essendo il mercato degli affitti fermo, ci sono contatti con i proprietari di immobili per prezzi di locazione vantaggiosi. Ma come divulgarlo? Come farlo sapere?

A quanto ammonta il vostro Bilancio?

Partecipando ad un incontro dell’ANCI, mi dissero che il nostro bilancio è inferiore a quello di un condominio romano… Comunque, intorno ai 500-600 mila euro. Ora, con la questione del terremoto avremo opere pubbliche finanziate per cui il volume aumenterà.

Impiegati?

Prima del terremoto avevamo un amministrativo a tempo pieno, un esterno sempre a tempo pieno, un addetto all’anagrafe a tempo parziale e un geometra un giorno alla settimana. Ranghi ridottissimi. Oggi, essendo nel cratere, abbiamo assunto un ingegnere e un architetto, e in convenzione, sempre per la questione terremoto, un ingegnere che dividiamo con il comune di Servigliano. È arrivato anche un amministrativo condiviso con il comune di Belmonte Piceno. Ovviamente queste ultime figure professionali fanno pochissime ore da noi.

Cosa chiede la gente di Monteleone?

La gente è piuttosto parsimoniosa. Non chiede molto. L’ho vista e la sento abbastanza contenta di questi primi anni di amministrazione. Magari d’estate vorrebbe qualche spettacolo in più. E sarebbe più orgogliosa se Monteleone venisse conosciuta di più fuori dall’ambito provinciale.

Proposte?

Sicuramente un impegno sull’arte con la Casa del Pittore che richiama artisti da tutto il mondo. Arrivano, se ne stanno una settimana, dipingono, creano rapporti con i cittadini. Ho registrato un buon successo con gli incontri estivi sulla storia.

Il Fermano è?

Una bella realtà da sviluppare e far conoscere. Va detto che esiste un alto fermano che deve promozionarsi di più, comunque fare gruppo.

La Politica nazionale?

In stato confusionale. Spero ad un superamento dopo le elezioni del 4 marzo. Inevitabile un’alleanza tra forze diverse. Inutile che dicano il contrario.

Chi glielo ha fatto fare?

Sono profondamente innamorato del mio paese. E sono contento quando una persona qualunque mi dice: com’è bello Monteleone. E per ridare ai cittadini quello che loro mi hanno dato.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, giovedì 8 febbraio 2018

#MonteleonediFermo #Spopolamento #Calodemografico #CasadelPittore

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑