MINORI…PER MODO DI DIRE. Una Banda più che un’Orchestra, più che un gruppo musicale: un’educazione e una prevenzione

Hanno suonato nei teatri delle province di Fermo e Macerata. Hanno aperto eventi culturali e manifestazioni popolari come Clown & Clown Festival di Monte San Giusto. Sono stati in Ungheria e Bielorussia accolti dalle ambasciate italiane. A luglio, suoneranno nella Cattedrale di Mosca invitati dall’Arcidiocesi della Madre di Dio retta dall’arcivescovo cattolico mons. Paolo Pezzi.

Stiamo parlando della Banda Giovanile Interprovinciale delle Marche. La compongono 60 ragazzi, specie del maceratese e del fermano, dall’età compresa tra i 13 e i 20 anni, diretta da due maestri, entrambi trombettisti: i professori Lelio Leoni e Mauro Stizza. Più che una banda, possiamo definirla una vera orchestra. Ma non è questo il punto. Il punto sta nell’obiettivo, che è musicale ma soprattutto esistenziale: un metodo in un momento in cui l’emergenza educativa è sotto gli occhi di tutti. Lo spiegano gli stessi maestri: «Utilizziamo la musica come efficace strumento d’integrazione culturale e sociale e come modalità per lo sviluppo delle intelligenze dell’essere umano. Questa è la concezione alla base della nostra scuola. Un modello innovativo che propone la pratica musicale collettiva in orchestra come strumento privilegiato per la formazione della persona e del cittadino».

Banda

Il progetto ha origini lontane, arriva da oltre Continente, esattamente dal Venenzuela. Lo hanno definito “El sistema”, è la rivoluzione del tessuto sociale. Ha un padre: Josè Antonio Abreu. È stato lui a sperimentare una metodologia pedagogico-musicale rivolta a giovani e giovanissimi appartenenti a tutte le classi sociali. El sistema viene inaugurato nel 1975. Abreu ha un sogno: trovare un’alternativa all’emarginazione e al disagio giovanile. Il Venenzuela conosce forte criminalità e diffusione enorme di droga tra la gioventù.

banda 2

Ma il disagio giovanile ha ormai connotato anche il Vecchio Continente, anche l’Italia, sulla scia di un nichilismo che distrugge le coscienze. La micro criminalità, l’uso degli stupefacenti e degli alcolici, l’impennata dei suicidi verdi, la carica di aggressività sempre più consistente e nel contempo il fenomeno degli hikikomori (adolescenti che si trincerano in  casa e non vogliono più uscirne) interroga da vicino le nostre periferie.

banda3

Di El sistema e della sua proposta educativa parlò Claudio Abbado nel 2010. Da qualche anno, quei concetti sono stati ripresi e vengono sperimentati dalla Banda Giovanile Interprovinciale delle Marche. Lo stare insieme, il sentirsi parti di un tutto, il rispetto degli orari, dei colleghi, dei direttori, lo studio attento delle partiture, l’approfondimento culturale degli autori, i viaggi all’estero, il comportamento civico, il senso di amicizia sono tra gli elementi fondanti. «Una delle varie regole che insegniamo ai ragazzi è la collaborazione reciproca tra grandi e piccoli, dove il più grande aiuta il più piccolo a imparare i brani e stare insieme durante le prove e le esibizioni. Nel corso delle lezioni singole che si svolgono nell’anno, i ragazzi più grandi si prendono cura dei nuovi iscritti facendo loro ripassare la lezione e aiutandoli nelle piccole difficoltà. Anche questo è un modo di fare gruppo e un esempio di aiuto reciproco». Nei prossimi mesi, porteranno negli auditorium delle scuole marchigiane un lavoro di musica, parole e immagini sulla Prima Guerra Mondiale di cui un secolo dalla fine.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, sabato 24 febbraio 2018

#Russia #Musica #Elsistema #Educazione

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑