Voci dalla Prima Repubblica. Sibillini e Dieta: gli obiettivi di Lando Siliquini

È medico di Medicina generale, specialista in Igiene e Medicina preventiva, studioso di Antropologia culturale e sociale, scrittore con all’attivo diverse pubblicazioni di cui una tradotta anche in inglese. Ma Lando Siliquini per poterlo inquadrare è, soprattutto, il grande amante della Terra di Marca. Profondo conoscitore del Genus loci dei Monti Sibillini. Nei prossimi giorni sarà ad Amatrice. Negli anni scorsi, prima che altri ne parlassero, prima che il terremoto ruggisse nel ventre del Vettore e della Sibilla, insieme ad alcuni amici lanciò all’UNESCO la proposta di riconoscere i Monti Azzurri patrimonio materiale ed immateriale dell’Umanità. Ora, dopo i danni del sisma, la difficoltà a ripartire, lo hanno cercato proprio da Amatrice, per riprendere quel progetto e allargarlo.

Lando Siliquini
Il dr Lando Siliquini

Ho incontrato Lando a Cerreto di Montegiorgio. Lui, Presidente del Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea, presentava l’ultima edizione – la quinta – del suo Dieta Mediterranea – il Tempio della Sibilla. Il libro ha fatto il miracolo di riaccendere in tutta Italia i riflettori su un patrimonio appartenente alle nostre terre.

La chiesa di Santa Maria delle Grazia era gremita di gente che non sapeva della nostra primogenitura.

Ma Siliquini, medico ad Amandola, è stato anche un amministratore pubblico. Per 15 anni: dal 1985 al 1995 e dal 2005 al 2010 ha retto da sindaco (lista civica di amici su posizioni moderate) il comune di Montefortino dove è nato nel 1953. In precedenza, dal 1980 al 1985 ne era stato vice sindaco. Tanti i voti raccolti per la stima della popolazione e non per la professione svolta, tra l’altro, fuori comune. Stima che ha voluto compensare con un impegno diretto a valorizzare paesaggio, vivibilità e immagine del suo paese. Senza trascurare il lavoro. Sapendo bene che senza lavoro i giovani se ne vanno e i centri montani restano deserti. Ed eccolo allora proteso per l’insediamento dell’Acqua Tinnea, il salvataggio delle Fonti Gallo, il finanziamento di «una poderosa mole di opere pubbliche».

Da uomo di cultura, Siliquini si è battuto per destinare palazzo Duranti-Leopardi non a residenza civica, come si intendeva, ma a esclusiva sede di Pinacoteca e musei.

Oggi Montefortino è definita la Louvre dei Sibillini.

Per la difesa dell’ambiente, ha organizzato convegni invitando personaggi come Ermete Realacci e Chicco Testa, e s’è coinvolto nell’Ente Parco dei Monti Sibillini, diventandone assessore.

«Erano anni, racconta, di grande vivacità». Un periodo florido molto diverso dall’attuale. «Oggi l’Ente tiene un basso profilo, sembra non volersi far notare, si limita all’ordinaria amministrazione, ha perso la mission originaria che era quella di valorizzare tutti gli aspetti antropologici comprese le tradizioni popolari. Al riconoscimento UNESCO doveva pensarci l’Ente. All’Expo 2015 doveva lanciare il brand della Sibilla appenninica e della Dieta mediterranea con il suo bagaglio di artigianato tipico, agro-alimentare, comunanze agrarie». Se non è stato fatto qualcuno lo farà. Anzi, lo sta facendo. Siliquini ha una preoccupazione: le zone sibilliniche hanno avuto un riconoscimento mediatico a causa del terremoto, ora però occorre trasformare quella notorietà negativa in qualcosa di positivo.

Sulla politica attuale, il medico già sindaco è molto netto: «Chi ha tenuto le redini ha perso completamente di vista le vere finalità della politica: il comune bene, lo sviluppo dei luoghi». E Amandola? «Ha notevoli potenzialità ma per mettere in atto le giuste misure occorre conoscere bene il territorio».

Alla domanda se potrebbe essere disponibile a una candidatura a sindaco di Amandola, ha risposto «Nel 2014 ho concluso i miei “primi” 35 anni di esperienza politico-amministrativa”…». Risposta da par suo: sibillina.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, mercoledì 4 aprile 2018

#Politica #DietaMediterranea #Montefortino  #MontiSibillini

#Amandola

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑