Vita da sindaco. Fabrizio Vergari da Santa Vittoria in Matenano

Fabrizio Vergari, 61 anni, pensionato, sindaco di Santa Vittoria in Matenano, eletto con la lista Futuro Matenano.

Ma quale futuro per Santa Vittoria in Matenano?

Dare qualche speranza ai giovani. Che significa, cercare di mantenere i pochi servizi che abbiamo, cercare di ampliarli per quel che c’è possibile, e poi il lavoro: il lavoro!

Quando mi sono insediato avevamo un distretto sanitario a Ponte Maglio, dove c’erano il servizio fisioterapia e prelievi. Nel riordino dell’ASUR, questi servizi sono stati eliminati. Ora piano piano – c’abbiamo lavorato molto in questi tre anni – li stiamo ripristinando. La Guardia medica intanto l’abbiamo messa in paese, nei locali comunali. A Ponte Maglio, dopo la ristrutturazione di un’ex scuola rurale, abbiamo accolto fisioterapia. Il punto prelievi partirà a breve.

La Scuola superiore che proponeva Grafica del Web però non va

Quando sono stato eletto sindaco ho trovato solo una classe: il quarto anno. Quelle precedenti non s’erano più formate. Siamo riusciti a ripartire con una prima classe: 13 studenti. Ma negli anni successivi non siamo più riusciti. Ora abbiamo solo una terza. Purtroppo.

Vergari
Il sindaco Fabrizio Vergari

Vista dall’esterno, Santa Vittoria sembra, politicamente parlando, particolarmente rissosa.

(ride) Dal punto di vista amministrativo/politico negli ultimi anni è stato così. Voglio ricordare che abbiamo avuto anche un commissario prefettizio.

Quando ho concorso per sindaco, c’erano tre liste contrapposte. Sono diventato sindaco con il 35 per cento dei voti, la seconda ha avuto il 33, la terza il 31…

Un paese diviso. Ora però noto un cambiamento. Più serenità.

Merito del nuovo sindaco?

Non sta a me dirlo. Io ho iniziato ad amministrare senza guardare in faccia nessuno. Ho tolto diversi privilegi. È stata dura. Però con la mia giunta mi sono messo d’impegno. La situazione amministrativa ereditata era pesante. Abbiamo sanato una gran parte dei debiti fuori bilancio, altri li stiamo sanando. La macchina sta camminando nel verso giusto.

Un punto di forza?

Santa Vittoria è un paese a vocazione turistica, con diverse attività turistico-ricettive. Poi, abbiamo molte associazioni di giovani che s’impegnano per la cultura e il tempo libero. Le sostengo tutte perché sono la linfa vera.

Tornando al turismo, voglio aggiungere che stiamo costruendo rapporti con la zona costiera e con i comuni vicini. Con alcuni sindaci, abbiamo fatto rete per spettacoli dal vivo. Il comune di Servigliano era capofila. Abbiamo portato eventi belli.

Artigianato tipico?

Santa Vittoria è passata ad essere da paese agricolo a paese dove operavano aziende calzaturiere. Ne esistono ancora tra cui due vanno molto bene. Senza mai dimenticare però la sua anima turistica, come si diceva. L’agricoltura vede diversi giovani impegnati anche come terzisti.

Sisma?

I danni ci sono stati. Abbiamo ancora 80 sfollati, 29 famiglie fuori casa. Per fortuna, li abbiamo mantenuti quasi tutti in paese sistemandoli in secondo abitazioni e altre strutture. Il disagio lo noto però tutti i giorni: non si riesce a partire con i lavori.

Santa Vittoria aveva un fiore all’occhiello: la piscina comunale. Ricordo scuole, privati, sportivi che venivano da voi in continuazione

È verissimo. Purtroppo la piscina è chiusa da sei-sette anni. Ad aggravare la situazioni hanno contribuito la neve e il terremoto di gennaio scorso. Il tetto è crollato. Però abbiamo avuto un milione e trecento mila euro di finanziamento. La recuperiamo. Ci punto tanto. Vorrei che tornasse agli splendori di un tempo.

Avete una grande storia alle spalle: quella Farfense. Come valorizzarla?

Ci abbiamo puntato poco sinora. Possiamo fare molto di più. Con alcuni comuni gemellati ci stiamo muovendo. A breve ci sarà un importante convegno.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, giovedì 24 maggio 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑