Vita da Sindaco. Fabio Strovegli da Ponzano di Fermo

Fabio Strovegli, ingegnere informatico, sindaco di Ponzano di Fermo, eletto con la lista Uniti per Ponzano.

Qual è il problema che, in questi tempi, sta vivendo come amministratore?

Un controsenso. Tramite un recupero di imposte (IMU), per un impianto dell’ENI che esiste a Capparuccia, dobbiamo spendere oltre un milione di euro in lavori pubblici, investimenti, ecc..

Ed è un problema?

Eh sì, perché debbo farlo entro quest’anno. I lavori debbono partire quest’anno. Non è semplice mettere in moto la macchina. Il patto di stabilità non mi consentirebbe di farlo nei prossimi anni. Se non spendiamo nel 2018, le somme vanno in avanzo e dovremmo chiedere allo Stato il permesso di spenderle successivamente.

E che tipo di lavori fareste?

Interverremo sulle strade, costruiremmo un palazzetto a Capparuccia, e altro ancora.

Tutti questi soldi il mio comune non li ha mai visti; forse in dieci anni di normale amministrazione si sarebbe arrivati a tale cifra.

Capisco le difficoltà di mettere in moto la macchina burocratica. Ma avete avuto successo. Il Comune di Cupra Marittima ha impiegato 18 anni per ottenerlo dai pozzi petroliferi in mare

È stata una scommessa vinta dalla mia amministrazione. Pensavo che i tempi fossero molto lunghi. Siamo stati bravi ma anche fortunati.

Strovegli
Il sindaco Strovegli

Parliamo un attimo dell’impianto

Per Ponzano è stata una buona cosa. L’amministrazione Romanelli, che mi ha preceduto, ha ottenuto soldi dalle royalties dell’estrazione di metano. Quando sono arrivato io però l’estrazione era terminata.

Finito il metano?

In realtà no. Il metano c’è ancora, manca però la pressione per la fuoriuscita. L’ENI ha anche provato, ma inutilmente, ad immettere gas per potenziare l’uscita.

L’impianto è chiuso?

No. Fanno un’altra cosa: puliscono il metano che transita di lì da un metanodotto.

Strana la vita dei sindaci

Eh sì: se non ci sono i soldi, come spessissimo capita, non possiamo fare granché; se ci sono, non siamo attrezzati per fare fronte alle richieste burocratiche. Normalmente abbiamo un margine di manovra di 80-90 mila euro l’anno.

Poi come sindaci, abbiamo tantissimi doveri, responsabili di tutto, siamo parafulmini, la situazione è insostenibile. I consiglieri hanno i loro lavori e poco tempo da dedicare al comune. Fare gli amministratori è diventata un’opera di bene.

Ma nessuna soddisfazione?

Posso dire che le risorse che ho avuto sinora e con i problemi incontrati ce la siamo cavata. Tenga presente che sono mancate solo le cavallette, per il resto c’è stato di tutto: alluvione, incendio consistente, terremoto, nevicata straordinaria, alcuni bambini mandati in comunità e sostenuti dal comune. Eppure siamo riusciti a non aumentare le tasse di un euro. Mettiamoci pure che abbiamo realizzato un impianto a led che ci fatto risparmiare sui costi di energia, siamo partiti con il porta a porta. Sono abbastanza soddisfatto.

Rifarebbe il sindaco?

Ho accettato per un motivo solo: ho tre figli, volevo dare una mano al mio paese guardando anche al futuro: preservando ambiente, ad esempio. Il programma elettorale però l’ho realizzato quasi tutto.

Avrei voluto rivoluzionare Ponzano. Poi, la realtà ci ha messo di fronte ad altri problemi. Come la discarica di San Biagio, che non è nostra. Tutti dicono che è di Ponzano, perché sta a un chilometro dal nostro centro storico, ma il territorio è quello di Fermo. Pensavo di poter risolvere il problema dell’odore e del traffico. Ho lavorato bene con il sindaco di Fermo Calcinaro. Al momento non siamo arrivati ad una conclusione. Noi ci prendiamo la puzza, loro i soldi, lo dico scherzando. Una soluzione l’abbiamo cercata e la stiamo cercando. Ci vuole tempo.

Finita questa esperienza, però ho deciso che non mi ricandiderò.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, giovedì 7 giugno 2018

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑