Minori… per modo di dire. Il cappuccino che annuncia il Vangelo con gioia e un po’ di magia

Ora gli hanno dedicato anche un libro. Titolo: Frate Mago. Annunciare il Vangelo con gioia. Autore, Vincenzo Varagona, edizioni Paoline.

Frate Mago è padre Gianfranco Priori, sorriso aperto, volto gioviale, cappuccino da 40 anni, rettore del Santuario della Madonna dell’Ambro, predicatore appassionato. E mago sul serio.

Il 7 aprile del 2014 si trovava in Santa Marta, Vaticano, ad assistere alla messa di papa Francesco. Al termine, si è messo in fila, come tutti, armato però dei suoi strumenti: carte, cordicelle colorate, fazzolettone. Il papa è passato di lì, lo ha guardato, ha scorto prima il saio poi gli arnesi da lavoro. Francesco ha sorriso, s’è fermato esclamando: «Tu sei un mago… Va’». Come dire: continua, perché omnia munda mundis, tutto è puro per i puri. Anche l’illusionismo.

frate
Padre Gianfranco Priori nell’incontro con papa Francesco

E così padre Gianfranco ha continuato ad annunciare il Vangelo con la gioia e il sorriso che porta la prestidigitazione. Lo fa nelle piazze, nei teatri, nelle televisioni. Laddove lo chiamano, laddove c’è anche una possibilità di ottenere un aiuto economico per le missioni dell’Ordine cui apppartiene. Non a caso è stato per anni il responsabile di Missioni estere cappuccine, promuovendo e sostenendo progetti in Africa: dalla realizzazione di pozzi alla costruzione di chiese, dalla gestione di scuole alle adozioni a distanza.

Padre Gianfranco è nato a San Martino al Faggio, frazione di Smerillo, l’11 ottobre del 1953. I genitori: Maria e Fermano; una sorella: Giovanna; due fratelli: Pietro e Luigino.

Rimasto orfano da bambino di mamma Maria, è la nonna paterna Anna «ad avviarmi sulla strada di un impegno nella chiesa…». Ogni giorno a messa, per fare il chierichetto, con ogni tempo: freddo o caldo, pioggia o sole.

Poi, come sempre, un incontro che cambia la vita. Quello con fra Mansueto Marzioni, una sorta del manzoniano fra Galdino. Un questuante, un fraticello che girava i paesi per raccogliere qualche elemosina da riportare in convento. È un incontro decisivo. Il giovanissimo Gianfranco decide: «Un giorno voglio essere come lui». Come fra Mansueto, dunque, come fra Galdino, e come fra…Francesco. Dopo gli studi a Fano, il ginnasio a Cingoli, il liceo ad Ancona, nel convento di Ostra s’impegna negli studi di teologia e nel ruolo di mediano nella squadra di calcio locale. Ma qui, ad Ostra, capita ancora un incontro. Stavolta con un «maghetto» itinerante. «Rimasi impressionato dal gioco – rivela padre Giafranco – del fazzoletto che spariva».

La magia lo attrae sempre di più. A Pesaro entra in contatto con il Club Magico Marchigiano. Gli si apre un mondo. Ed ecco padre Gianfranco iniziare la sua attività di missionario, predicatore e mago. Tutt’uno, perché «ho pensato che davvero il gioco è un modo per comunicare… il gioco stesso comunica la vita».

Poi, arriva la televisione: tre trasmissioni alla Ruota delle fortuna con Mike Bongiorno quindi il salotto di Costanzo, dove sfonda.

Padre Gianfrano però rimane lo stesso. Non ha grilli per la testa, solo il Vangelo: la sua consistenza; e il saio dal cappucio triangolare: la sua uniforme. Non gli interessa la fama, non gli interessa la notorietà. Non è per questo.

E nessuno che gli abbia mai detto: «Ma tornatene a fare il frate». Uno: perché il frate lui lo è fino al midollo; due: perché nella magia è un professionista.

Gli domando cosa dicano i vescovi. Risposta, sorridente: «Con un mago meglio essere cauti».

Ma la soddisfazione più grande sarà la riapertura del Santuario il 24 dicembre prossimo con la messa dell’arcivescovo Pennacchio, e il progetto di renderlo, attraverso la Madonna, il centro spirituale e operativo di una nuova ecologia rispettosa del creato e delle creature, perché creati.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, sabato, 22 settembre 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑