Vita da Sindaco. Remola Farina da Grottazzolina

Remola Farina, insegnante in pensione, 71 anni, sindaco di Grottazzolina.

La sua giornata da sindaco?

A totale servizio dei cittadini. Vado in comune tutti i giorni. Già dalle dieci, dieci e trenta sono al mio posto. Rimango fino a che è necessario. Poi ci sono i pomeriggi destinati alle riunioni, agli incontri, per qualsiasi cosa.

Rapporto con la popolazione?

Sono a disposizione di tutti. Il rapporto con le persone – questo è il mio parere e sensazione – è buono: io sono aperta. Poi, ci saranno certamente dei contrasti, quelli che non mi considerano simpatica. Fa parte del gioco.

Farina Remola
Il sindaco Remola Farina

Come s’intreccia il rapporto con i cittadini?

Vengono persone in municipio, specie quelle che incontrano delle difficoltà. A volte mi chiamano al telefono, altre chiamano i miei collaboratori. L’assessore ai lavori pubblici ha il telefono intasato.

Cosa chiedono soprattutto?

Chiedono della raccolta differenziata, di attappare qualche buca e intervenire su strade dissestate. Questo per quanto riguarda i lavori pubblici. Poi c’è altro. Sono stata investita da subito di problematiche di ordine sociale: gente che chiede la casa, che ha difficoltà a pagare le bollette, che chiede aiuti economici.

Chi chiede la casa: italiani, stranieri?

Molto spesso gli stranieri. Gli italiani no.

Chi sono gli stranieri?

C’è una nutrita comunità di cinesi che però sono molto autonomi. C’è un gruppo di ragazzi di colore, non sono richiedenti asilo, che si sono organizzati, vivono insieme, lavorano. Dei richiedenti asilo, che ci sono anche da noi, se ne occupa il GUS.

Problemi occupazionali?

Non direi. Ho avuto poche richieste. A Grottazzolina siamo ancora abbastanza tranquilli. L’occupazione resiste. L’economia di casa nostra è diversificata: dalla falegnameria all’edilizia. Non esiste un settore prevalente. E questo da sempre. Ci sono aziende che lavorano la plastica, il metallo, c’è il calzaturiero. Abbiamo la Brosway. Sarà sicuramente per questo che l’occupazione regge.

Avete problemi di spopolamento?

No, no. Il paese globalmente è stabile. Nascite e morti si equilibrano. Il centro storico accusa una qualche diminuzione di residenti.

La grana di oggi?

Ogni giorno ha la sua: dalla riorganizzazione delle società sportive alla viabilità. Il lavoro di amministratore è un tritacarne. Grosse rogne non ne ho.

Diciamo, allora, che ogni giorno ha la sua croce ma sono croci piccole

Così va bene. Poi però io sono il tipo che a volte le prendo di petto e magari ci sto pure male psicologicamente. Per fortuna ho una bella squadra che mi supporta. Sono assessori ma non solo. Ho portato la mia esperienza di coordinatrice a scuola: faccio conoscere tutto a tutti e chiedo l’aiuto di tutti. Sono fortunata.

Meglio insegnare o amministrare un comune?

Molto meglio insegnare: con i ragazzi il rapporto era straordinario. Va detto che il rapporto con la popolazione è cambiato. La gente è diventata più esigente. Si appoggia al comune per ogni sciocchezza come se il comune avesse la bacchetta magica e potesse risolvere ogni cosa e subito. Mi piacerebbe che tornasse il gusto del senso civico, il rispetto dell’ambiente, la non pretese che sia sempre l’altro a dover fare: ognuno di noi deve fare la sua parte.

Collaborazione tra comuni?

Buonissima. Con Belmonte Piceno stiamo lavorando per un progetto che lega i due paesi sul tema dei Piceni. Belmonte ha il museo, noi una mostra fotografico-didattica ricchissima. Dobbiamo valorizzarli ancora di più.

Con altri comuni ci stiamo muovendo sempre sul tema dei Piceni e sui percorsi paesaggisti e storici, grazie al PIL (progetto integrato locale). C’è anche il comune di Fermo per Torre di Palme.

Prossimi passi?

La riapertura del teatro e della chiesa del centro.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino giovedì 27 settembre 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑