Vita Da Sindaco. Le opere di Ediana

Ediana Mancini, insegnante di scuola primaria, sindaco di Monte Granaro

Buongiorno, sindaco, ha iniziato con il cappuccino?

Ho iniziato con una serie di telefonate: da un semaforo non funzionante a qualche problema nelle scuole.

Lei si alza presto? Corre come qualche sua collega?

Mi alzo presto. Ma non corro. Detesto ogni forma di attività fisica che non sia una nuotata d’estate. Per il resto dell’anno sono di una pigrizia sconsolante.

Mancini E.
Il sindaco Ediana Mancini

L’insegnamento?

No. Ora sono in aspettativa. Mi dedico completamente all’attività di sindaco.

Ma lei la cammina Monte Granaro?

Faccio il sindaco ma sono anche una cittadina che entra nei negozi, fa la spesa, parla con le persone. Poi, mi dirigo nei luoghi dove è stata segnalata una disfunzione o dove si stanno svolgendo dei lavori. Il nostro è un comune piccolo che attraverso quotidianamente.

Piccolo ma complesso

È vero. Molto complesso: con tanti problemi che vengono dal passato e vanno risolti. Molta parte delle nostre energie le spendiamo per questo.

I problemi più grossi sono quelli legati alla risoluzione di vecchie questioni legali e contenziosi, che ci hanno impedito di fare programmazioni serene. Il grosso però è stato risolto.

A quali problemi si riferisce?

I contenziosi che riguardano l’esproprio di un posteggio mai fatto. Siamo arrivati ad un pronunciamento in primo grado per noi molto pesante. Speriamo in un esito favorevole nei successivi gradi. Un altro problema è quello del villaggio del lavoro che, incappando in un fallimento, è stato bloccato. Contiamo di risolvere entro fine anno. Una parte è risolta: quella legata alla zona Piane Chienti. Ora manca la zona Mezzina. Il problema è stato serio perché abbiamo delle aziende che stanno lavorando in un’area incompleta per le opere di urbanizzazione: manca di acqua, di servizi…

E il famoso palazzetto?

Doveva essere completato dalla ditta che è fallita. E non sarà completato. I costi sono notevoli e non siamo in grado di affrontarli. Però, come ultima opera di questa amministrazione, riqualificheremo l’intera zona intorno allo stadio, molto bella e molto frequentata.

Spero, nel secondo mandato, di intervenire su quel mostro: o abbattendolo o riducendone la volumetria per riqualificarlo.

Quindi, si ricandida?

Sicuramente! Anche perché il primo mandato è un mezzo mandato: cinque anni non sono sufficienti per portare a termine un lavoro amministrativo profondo. Specie se c’è stata discontinuità: noi veniamo da un commissariamento del comune.

Le manca la scuola?

Moltissimo. Mi manca il rapporto umano, anche se faticoso, comunque impagabile, con i bambini che crescono, in formazione.

Comunque, le capacità acquisite nell’insegnamento mi hanno fatto comodo anche da sindaco: il ruolo relazionale, quello di compositore di conflitti, quello di favorire la comunicazione.

Rileggevo Freud che scriveva: ci sono tre mestieri impossibili: educare, amministrare e curare. Ho pensato: due li sto affrontando. Poi, amministrare un comune di questi tempi è molto complicato: mancano i fondi, c’è un inasprimento sociale, il lavoro che viene meno…

Critiche e apprezzamenti su di lei?

Tra le critiche c’è quella che non ascoltiamo i cittadini. Lo considero un giudizio pesante e ingeneroso. C’è una parte di richieste che non possono essere soddisfatte. Aggiungo: nella campagna elettorale abbiamo detto i nostri obiettivi, abbiamo ottenuto la maggioranza, stiamo lavorando per raggiungerli. Il rispetto degli impegni è l’ultimo editoriale del notiziario che diffondiamo in paese.

La gratificazione mi viene da certe famiglie con bambini disabili che mi dicono: Monte Granaro è tra i paese che fa di più per l’assistenza educativa e domiciliare, e ve ne ringraziamo.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Giovedì 25 ottobre 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑