Vita da Sindaco. Alessio Terrenzi da Sant’Elpidio a Mare

Alessio Terrenzi, 41 anni, sindaco di Sant’Elpidio a Mare.

Sindaco, come inizia la sua giornata?

Mi alzo alle sei e subito dopo leggo i giornali: Il Resto del Carlino e il Corriere Adriatico. Lo faccio attraverso il cellulare. Leggo tutto ma mi soffermo in modo particolare sulla cronaca locale.

Immagino per verificare se c’è qualche critica all’amministrazione

Beh, sì. Però, anche le critiche, se sono di contenuto, mi aiutano. E poi, occorre sempre uno sguardo più ampio al territorio. Aggiungo che, come accendo il telefonino, mi arrivano una valanga di mail, whatsapp.

Ilmomento migliore per riflettere è quell’intervallo di tempo dalle6,30 alle 8.

Soddisfazioni recenti?

Un progetto ampio, per una maggiore attenzione all’ambiente, una migliore illuminazione pubblica sia dei monumenti che di tutte le strade.

Il centro storico come sta?

Venerdì scorso abbiamo deliberato un’altra messa in sicurezza, sia per edifici pubblici che privati.

Il problema più impegnativo?

È proprio il centro storico: come riportarci persone, come riaprire negozi e attività commerciali e artigianali. È un po’ più facile riportare gente ad abitarci piuttosto che aprire esercizi. Ci sono alcune coppie di giovani, non tantissime, che hanno scelto di vivere in centro. Più complicata la questione del lavoro. Avevamo preparato un bando per riaprire il locale Il Melograno, purtroppo la società aggiudicataria non ha potuto procedere. Ora, però ci riproviamo.

Sant’Elpidio a Mare era la capitale anni fa della calzatura da donna. Ora come va il settore da voi?

Abbiamo tantissimi artigiani, realtà piccole e alcune aziende di dimensioni medie e grandi, con firme importanti. Purtroppo, fatte alcune eccezioni, la crisi esiste e si fa sentire. Non ci sono più gli ordini di un tempo. Il presente non è dei più rosei. Comunque, debbo dire, che questi imprenditori sono coraggiosissimi: ce la mettono tutta.

Qualcosa da affiancare alle calzature?

La mia ultima amministrazione ha fatto due importanti accordi di programma, uno dei quali con la Provincia. È arrivato, ad esempio, Pellegrini garden, con il commercio del verde, giardinaggio, flora… C’è stata anche l’apertura di diverse attività commerciali che hanno dato lavoro a più di trenta persone. Anche questa è una differenziazione. Inoltre, nella zona industriale di Casette d’Ete ha aperto un’impresa il noto marchio Jean Paul Myné con la sua linea completa di shampoo e prodotti per il trattamento dei capelli. C’è anche un’altra realtà per il commercio di cosmetici, al dettaglio e on line. Anche in questi casi ci sono state assunzioni.

Che rapporti ha la sua amministrazione con i giovani?

Personalmente sono in contatto spessissimo con loro, anche perché un po’ giovane lo sono anch’io. Poi, che si possa e si debba fare ancora di più per andare loro incontro, è giusto. Sant’Elpidio a Mare vanta numerosissime associazioni costituite da giovani. Proprio grazie a loro il centro storico e la città nel suo complesso vengono movimentate. Contiamo su di loro. Sono fondamentali.

Quando lei passa sotto la Torre gerosolimitana, cosa prova?

Una forte emozione che lego alle nostre rievocazioni medievali. Importantissime.

Della battaglia per la segreteria regionale del Pd, con i botta e risposta tra Paolo Petrini e Fabrizio Cesetti, che ne dice?

Bella domanda. Io uscii dal Pd. Mi sono stati avversari nella prima elezione. Nella seconda sono venuti a Canossa e mi sono ricandidato. Attualmente penso che Petrini e Fabiano Alessandrini (il segretario provinciale del Pd lanciato alla conquista della segreteria regionale e appoggiato da Cesetti) dovevano arrivare a una sintesi discutendone in federazione. Non hanno saputo cogliere l’occasione.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Giovedì,15 novembre 2018

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑