Minori… per modo di dire. Le spade di Uallas

Nome: Behoram. Cognome: Uallas. Nome e cognome potrebbero far pensare a un personaggio delle Terre Invisibili. O, a qualche capo clan irlandese. Una convinzione che mi si rafforza quando lo incontro – e mi è capitato di recente a Montefalcone rievocando la tragica storia di Rinaldo da Monteverde – con in dosso il kilt, anche se lui alla Scozia preferisce l’isola verde.

Sto parlando di Diego Giulietti, 44 anni, maestro di spada antica. Capo, ovvero, come s’usa dire in modo democratico, responsabile dell’Associazione Fortebraccio Veregrense. Veregrense perché Diego è nato e abita a Monte Granaro, e la palestra degli allenamenti è ubicata proprio nella capitale delle calzature.

Diego Giulietti, maestro di spada

Giulietti ha studiato all’ITI Montani di Fermo dove s’è diplomato perito elettronico, professione che svolge.

Ma è il Behoram Uallas che voglio raccontare. Il Behoram che sa tutto dei Celti e, soprattutto, dei Longobardi in Italia e conseguentemente del Medio Evo.

La passione gli scatta già da bambino. «Il Medio Evo mi attraeva particolarmente». Poi, la folgorazione: il film Excalibur. E quanto ne conseguiva: la spada nella roccia, re Artù, i Cavalieri della Tavola rotonda, l’amor cortese, il senso dell’onore. Ma oltre al film, una musica gli è entrata nel cervello facendolo sognare ad occhi aperti: la Chanson Balladee di Guillaume de Machaut. Nobile musica da ascoltare, un tantino meno saperla come sigla del vecchio Almanacco del giorno dopo.

Ballate che Behoram-Diego, suonatore di chitarra e alcuni strumenti antichi, ripropone con un gruppo che usa la crotta gallese, la lira germanica, lo jouhikko (una specie di viola finlandese-careliana), oltre che tamburi a cornice, flauti dalle fogge più diverse e corni.

Il gruppo s’è esibito in Ungheria. Nei prossimi mesi sarà in Francia ed Austria.

Ma, dicevo, delle spade e di Fortebraccio. E qui bisogna fare un passo indietro quando Diego faceva parte della Compagnia di Armi Ausculum.

Una bella esperienza che l’ha forgiato. Nel 2003, invece, nasce la Scuola e la Compagnia d’armi Fortebraccio Veregrense. Scuola per imparare la scherma medievale e Compagnia per rievocazioni storiche.

Behoram ha ottanta spade, che sa tutte maneggiare con destrezza. Ma, oltre alla scherma, la Scuola propone stage di Lancio dell’Ascia, Tiro con l’arco, Lotta a terra.

La Compagnia di tanto in tanto si trasferisce in un luogo suggestivo. Nelle vicinanze di Poggibonsi è stato allestito un archeodromo curato dal prof. Marco Valenti dell’Università di Siena insieme ad altri docenti, si tratta di un villaggio storico che rappresenta un momento della storia alto-medievale: esattamente il periodo Carolingio. Un villaggio che offre, ogni domenica, l’opportunità di immergersi nel tempo che fu. Un altro archeodromo è stato costruito nelle vicinanze di Monaco di Baviera. Due luoghi che la Compagnia di Fortebraccio frequenta.

Diego, che sta ben piantato per terra, fa una digressione sul presente. «I due villaggi sono un forte veicolo di richiamo turistico».

Intanto, dopo le vacanze natalizie, sono ripresi gli allenamenti in palestra: tre volte alla settimana, con un buon numero di iscritti.

Contemporaneamente, Behoram e i suoi stanno curando un progetto musicale che riguarda un periodo storico poco esplorato: quello che va dal VI al X secolo. Lo hanno già spiegato all’Università di Siena. Lo porteranno in giro per l’Italia e l’Europa.

Mentre me lo racconta, mi ricorda un sogno da rendere realtà: un villaggio storico intorno alla pieve di Sant’Angelo in Montespino, a Montefortino.

Dove, nei mesi estivi, potrebbero sventolare le insegne dei Cavalieri erranti.

Idee politiche? «Arturiano!». Ok.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Sabato, 19 gennaio 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑