Minori… per modo di dire. Il Lupo innocente di Mirco Abbruzzetti

L’ho contattato che aveva la testa per aria. Sia la testa che il corpo. Non per distrazione o spostamento aereo. Solo che viaggiava in mongolfiera, in un cesto agganciato a un pallone colorato. Sorvolava la Cappadocia, regione turca ricca di storia. Chissà se da quel viaggio trarrà una favola o un testo per teatro. Vedremo. Sto parlando di Mirco Abbruzzetti, anni 38, fermano e attore di professione. Magro, occhi scintillanti, sguardo furbo quanto sincero. Un amore per il teatro sbocciato alle elementari, quando il maestro Terzilio Nicolai stimolava la classe nei piccoli spettacoli annuali. Mirco era sempre in prima linea. Sempre in trincea. D’altronde è nato il 24 maggio (1981), quando il Piave aveva già mormorato e i fanti erano andati avanti. Retaggi da Prima Guerra Mondiale.

Mirco in mongolfiera sulla Cappadocia

Sta di fatto che il nostro ragazzino, attore potenziale, già da piccolo ascoltava racconti in famiglia e sfogliava i giornali di mamma Rita Pazzi e di babbo Guglielmo. Il padre suonava il sax, privatamente, in casa. Una vena artistica che sicuramente s’è travasata in Mirco. Faceva anche un altro mestiere il sig. Guglielmo: esperto in fuochi d’artificio. Anch’essa un’arte… sfolgorante.

Dunque, Mirco ha bevuto come una spugna gli interessi dei genitori. E da bambino giocava con i soldatini, schierandoli sì, ma facendoli parlare, adattandoli scenograficamente. Con una predilezione per castelli, dame e cavalieri medievali.

Terminata la scuola media, Mirco si iscrive all’ITI Montani. Tira Informatica, lui la sceglie. I primi due anni vanno bene. Poi, un ripensamento. «Perché non ho seguito la mia passione per la letteratura e il teatro?». Ormai però il dado è tratto. Mirco conclude il quinquennio, si diploma, la scuola lo segnala alle aziende e le aziende chiedono di lui. Dramma: «Ed ora che faccio?». L’idea di farsi attore c’è sempre, sullo sfondo. Preferisce lavori che lo impegnino il meno possibile e che gli consentano di viaggiare. E viaggia: in Brasile, Australia, Irlanda, Scozia…

Ma la domanda resta: «Si può far teatro per lavoro?». Forse sì.

La risposta arriva inattesa da un incontro. È il periodo in cui gestisce insieme al fratello il Bar del Crocefisso, sempre a Fermo. È anche il periodo di Carnevale. Gli avventori vorrebbero allestire un carro partecipando al Carnevale del Fermano diretto da Marco Renzi. Il carro viene costruito e Mirco ne diventa l’animatore. Renzi ne percepisce subito il talento e lo porta con sé nella Compagnia Eventi Culturali.

Stavolta, alla domanda: si può rendere il teatro un lavoro, Mirco risponde decisamente sì. Diventa attore professionista. E inizia a calcare i palcoscenici. I corsi, gli stage, i maestri avuti in precedenza sono un patrimonio da cui attingere. «Lavoro stabilmente – mi racconta – come attore nella compagnia professionale srls ‘Proscenio Teatro’, sia nel settore teatro ragazzi, sotto la direzione e regia di Marco Renzi (ex ‘Eventi culturali-teatri comunicanti’) e facendo tournée in tutta Italia (ultima produzione ‘Il brutto brutto anatroccolo’), sia nel settore prosa, con la direzione artistica di Stefano Tosoni e Stefano De Bernardin (produzioni ‘Volevo solo fare Amleto, ‘L’amore è Ceckov’ e ‘Le Scagnerate’)».

Lo scorso anno, in panni medievali, l’ho notato a Servigliano impegnato nell’animazione delle osterie in occasione del Torneo cavalleresco di Castel Clementino. Quest’anno racconterà favole medievali ai bambini per il Palio dei Sapori a Lido di Fermo. Si trasformerà nuovamente in Lupo innocente, progetto di teatro medievale insieme all’associazione Orme del Tempo.

Val la pena ascoltarlo e vederlo. Pensando, magari, che la provincia certo non aiuta a sfondare. Ma Mirco ce la sta mettendo tutta.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Sabato, 6 luglio 2019

:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑