Gente di Campo. Il Casale dei Nonni di Lucia: agricoltura, accoglienza, paesaggio

Lo hanno già ribattezzato Il Casale dei nonni. Ed era proprio dei nonni. Se ne sta appollaiato su un cucuzzolo della collina tra Grottazzolina e il torrente Ete vivo. Al momento è un edificio grande, un po’ malandato, che ha il colore della nostra terra, da risistemare con sapienza architettonica. Diventerà entro qualche tempo una Casa-Vacanze. Lo gestirà la trentunenne Lucia Procaccini che, sulla casa colonica appartenuta ai genitori di sua madre Roberta, ha un avanzato progetto di connubio tra agricoltura, turismo e salute. Intanto, prima che i lavori edilizi abbiano inizio, Lucia, aiutata da suo padre Giacomino e da mamma Roberta, ha piantato da qualche anno 620 piante di olivo. La specie è quella, soprattutto, del Piantone di Mogliano, poi del Sargano, Carboncella, Pendolino. Non mancano piante di oliva nera da tavola. Dalla sommità della collina si coglie il mare, la montagna e il dolce saliscendi della Terra di Marca. Un paesaggio che fa meraviglia e che si potrà osservare ancora meglio con i cannocchiali fissi che verranno installati lungo il percorso salute, costellato di lavanda, in via di realizzazione intorno al Casale, con tanto di panchine e tavolinetti in legno.

Lucia ha studiato Biologia marina. Poi, un giorno, discutendo con la famiglia, s’è resa conto che i campi degli avi: sette ettari, coltivati a frumento, dovevano essere riconvertiti in qualcosa di nuovo che reggesse il mercato. Pensa che ti pensa, e sostenuta dalla vocazione agricola dei suoi, ha concepito l’idea: cominciamo con l’orto, piantiamo nuove specie di mele, puntiamo sull’oliva e realizziamo una struttura per ferie.

Il primo passo è stato proprio l’orto: un ettaro di terra vocata che si trova a Piane di Montegiorgio. Una scritta sulla strada, superato l’ippodromo San Paolo direzione monti, indica l’Azienda agricola biologica di Procaccini Lucia. L’azienda è nata nell’aprile del 2016. Lucia ha fatto la decisa scelta di indirizzarsi completamente al biologico. Ora, i clienti che arrivano dai paesi limitrofi, e d’estate anche i turisti esteri, vanno in campagna per raccogliere insieme all’imprenditrice pomodori, peperoni, melanzane e fagioli della più alta qualità di burlotti. Lucia è molto grata alla Copagri di Fermo (Michele Vesprini) e a quella di Ascoli Piceno (Giampietro Iachini) per i consigli e i sostegni avuti anche in merito alla compilazione del nuovo PSR. Domenica scorsa l’Azienda partecipava all’Abbadia di Fiastra all’evento della Copagri Agricoltura in Festa.

Lucia Procassini

Imprenditrice, scrivevo. Eh sì, perché Lucia, dopo aver frequentato una decina di corsi, ne ha svolto uno molto efficace per diventare Imprenditore Agricolo Professionale: sei mesi di lezioni ed esame finale. Fatto!

Il Casale dei nonni potrà contare anche sulla produzione delle mele rosa e delle anurca. Due ettari sono stati destinati a queste produzioni. Non mancano i cosiddetti frutti antichi: le mele ruggine e le ciliegie grandi.

Un gran daffare. Una gran voglia di fare.

Ah dimenticavo, la giovane agricoltrice è appassionata di danza classica. Sarà tutta un’armonia..

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Venerdì, 11 ottobre 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑