Minori… per modo di dire. Una biblioteca contro il sisma. L’impegno di Bernardo

Palazzo Buonaccorsi. Macerata. Lui lo incontri lì, subito dopo l’ingresso, nella sala dove ci sono bei libri illustrati. È pronto a raccontare la storia del nobile edificio e delle mostre che vi si allestiscono. Bernardo Tanucci, 38 anni, è un operatore museale. Laureato a Bologna in Storia, studioso della Prima Guerra Mondiale, ha ottenuto un master in Beni culturali a Roma. Sposato con la signora Annalisa, educatrice, abita e vive a Ponte Maglio di Santa Vittoria in Matenano. Fra le sue passioni c’è lo scoutismo e la montagna. Ne parlo oggi per una piccola-grande iniziativa che ha messo in piedi nel suo piccolo-grande paese. Non l’ha fatta da solo. Lui ha lanciato l’idea, Annalisa Paolantoni, Silvia Fazi, Sauro Viozzi, Francesca Funari, Chiara Sciamanna, Giuseppe Paoloni, Rebecca Funari, Federico Funari, Matteo Iachetti, Federica Iachetti, Valerio Mercuri e altri ancora l’hanno raccolta. Per fare? Quando la terra trema poteva essere il titolo di un romanzo che Bernardo avrebbe potuto scrivere. Quando la terra trema è diventato un progetto e un fatto: concepimento, allestimento e attività di una biblioteca comunale. Bernardo è partito da quelle maledette scosse del 2016 quando i danni ci furono, ma nessuna vittima, nessun ferito, qualche sfollato. Colpo comunque duro.

Oggi tutto sembra passato. «Sembra, ma c’è un grande bisogno di ripartire, di non fermarsi al ricordo di quello che è stato, ma buttarsi avanti con coraggio verso quello che sarà». Le scosse a Santa Vittoria si son fatte sentire, eccome, e forse hanno portato allo scoperto «anni di abbandono delle nostre terre, di incertezza verso il futuro e di disamoramento verso il nostro paese e le nostre origini». Che fare? Ripartire da un luogo di cultura. Una biblioteca. Questa l’idea, scoccata e condivisa. «Quando in un piccolo paese mancano dei riferimenti allora è il momento di crearne di nuovi». Bernardo e il suo gruppo di amici si sono mossi. Hanno chiesto all’amministrazione comunale. Il sindaco Fabrizio Vergari ha detto sì. Via libera.

Bernardo Tanucci

«Il mercoledì, da un anno a questa parte, per noi non è serata Champions League, ma serata biblioteca. Prima in due tre persone, poi addirittura in 10-12, taluni chini sui computer e altri a scartabellare volumi vecchi e polverosi oppure ad aprire scatoloni di chi ha creduto in questo progetto e ha pensato fattivamente di darci una mano donandoci libri». Questo è stato il primo impegno: un lavoro fatto insieme, le scoperte di libri cercati e ottenuti, la loro registrazione, il posizionamento sugli scaffali.

Piano piano il progetto diventa realtà. Così, tra qualche settimana – grazie anche ai residui fondi degli sms solidali – Santa Vittoria, avrà una pubblica biblioteca. I locali a disposizione sono quelli dell’ultimo piano di Palazzo Monti, in pieno centro storico, lungo il corso principale, un luogo «accessibile a tutti e patrimonio di tutti; frutto di un pensiero “controcorrente” e frutto anche, se non soprattutto, dell’amicizia, della volontà di stare insieme e di un infinito amore per il nostro paese». Bernardo e i suoi stanno mettendo a punto anche una locandina di incontri con gli scrittori. L’inverno li vedrà già attivi: sarà la fase due, quella degli eventi.

Lo guardo. Porta la barba nerissima e i capelli molto corti. Mi fa pensare a un monaco. Magari benedettino. Di quell’ordine che visse nella sua terra, proprio la sua, proprio a Ponte Maglio, per ascendere poi il colle. Gli stessi monaci che salvarono la cultura greco-romana, copiando i testi religiosi e non. Indistintamente. E magari li posizionarono diligentemente anche nella biblioteca del monastero di Santa Vittoria in Matenano.

di Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Sabato 12 ottobre 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑