Le cose nuove musicali di Ta Néa

La rappresentazione del Presepe vivente nelle Cisterne romane di Fermo è terminata il 29 dicembre scorso. Ma la storia di Quella notte è risuonata il giorno successivo all’interno della chiesa collegiata di Servigliano. Non più dieci lettori però, ma uno solo; e non più dieci contrade, ma un quartetto d’archi. Quattro giovani musicisti davanti al sobrio presepe ai piedi dell’altare. Sono Lara Perticari – primo violino, Valeria Tamburrini – secondo violino, Samuele Ricci – viola, Monica Del Carpio – violoncello.

Una formazione che nasce due anni fa all’interno della compagine musicale marchigiana. Vengono dagli ambienti orchestrali locali. Hanno una solida preparazione alle spalle. Si sono incontrati nei corridoi dei diversi Conservatori. Si sono capiti. Hanno scommesso insieme. Il quartetto prende le mosse dalla passione condivisa per la musica da camera. È il primo loro anelito. È l’ortodossia dello strumento che suonano. Ma poi si osa. Si percorrono nuove strade. Si tentano proposte diverse. Ed ecco i Ta Néa – così si chiama il quartetto – passare al pop, al rock e alle musiche popolari. E qui, per meglio comprendere i quattro moschettieri del pentagramma, occorre fare un inciso proprio sul nome. Ta Néa in greco significa “Cose Nuove”, un guscio linguistico antico dal contenuto che richiama nuove espressioni musicali. «Un contrasto – mi spiegano – fra senso e significato che si manifesta metaforicamente anche nella struttura del gruppo; un quartetto d’archi classico ma che si esprime in termini moderni, utilizzando per lo più manifestazioni musicali che hanno come cardine la capacità di raggiungere la sensibilità emotiva di chi ascolta». Sono bravi. Incantano il pubblico. A Servigliano Samuele, studiando il testo di Quella notte, ha scritto una musica originale che i suoi compagni hanno eseguito egregiamente. Le prove non sono state tante. Ma ogni prova finiva dolcemente, meglio: con i dolci fatti da Lara che appare la più scoppiettante. Valeria è la più posata, Monica la più stupita, Samuele il più eclettico.

Nel febbraio 2018 si aggiudicano il bando per la partecipazione alla stagione musicale 2019 dell’Accademia della musica di Lanciano a cui partecipano con la rielaborazione del brano “All My Loving” dei Beatles. In quella occasione si avvalgono della voce di Giulia Pecorari. Nel 2019, hanno suonato nel corso degli incontri della rassegna letteraria di presentazione libri “Adolescenti – incontri a tema con giovani scrittori” organizzata dal Centro Culturale San Rocco di Fermo. Successivamente, a giugno, sono stati chiamati ad esibirsi in occasione della mostra di pittura “Profumo di sere d’estate” presso “La Casa degli Artisti” di Altidona. Ormai il ghiaccio è rotto. Il nome del quartetto circola. L’estate scorsa vede i quattro musicisti impegnati in due spettacoli della rassegna “Teatro sul Sagrato” (“Le grandi storie d’amore della Terra di Marca” e “I tempi della giovinezza”). Sempre in estate (è il 5 agosto), sono loro ad aprire il concerto dei LEDA per Risorgimarche a Smerillo.

Accanto al repertorio classico, come scrivevo, i Ta Néa ne propongono anche uno non tradizionale come quello della musica da film e saghe (esibizioni in Elpicomics 2019, Colonnella Comics & Games 2019). Spaziano, insomma, e in questo tentare nuovi cammini incrociano poeti, scrittori locali e nazionali: da Giovanni Zamponi a Michele Porcaro, da Sara Allegrini a Michele Erba. In questi mesi sono coinvolti in vari progetti: la rassegna “Classica con brio” a Civitanova Marche, il “BraveArt” a Smerillo, l’omaggio a Fred Buscaglione e le rielaborazioni quartettistiche di brani cantautorali. Che dire se non forza, ragazzi!

Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Sabato 4 gennaio 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑