Minori… per modo di dire. Fede e cinema. La comunicazione di don Andrea

Destino o vocazione? Comunque sia, Andrea Verdecchia o, meglio, don Andrea, aveva la strada segnata sin da bambino. Lui, 37 anni, oggi parroco di San Giuseppe operaio a Civitanova Marche, è stato nominato direttore dell’Ufficio Comunicazioni sociali dell’arcidiocesi di Fermo da mons. Rocco Pennacchio. Parroco dunque ed esperto di comunicazione, con la passione del cinema, canzoni, linguaggio.

Andrea nasce a Roma da una famiglia originaria delle Marche. I nonni paterni erano di Montegiorgio e Belmonte Piceno. Nella Capitale, i genitori Dolores e Angelo gestivano una bottega artigiana di tappeti, tende e altri prodotti di tappezzeria. Zona Prati, frequentata da attori, cantanti e cabarettisti famosi. La scuola di Andrea era vicina al Teatro delle Vittorie, teatro di posa della RAI. Lui, scorrazzando in bici, sostava dinanzi al Cavallo in bronzo, e carpiva autografi a Pippo Franco, Rita Pavoni e altri big.

Don Andrea con a sx Luca Barbarossa

Andrea ha poco più di dieci anni quando la famiglia si trasferisce a Sant’Elpidio a Mare. «Non è stato facile» racconta. Lo consideravano «il romano», «il secchione». Ci si metteva anche la professoressa d’italiano che, capita la capacità di scrittura, leggeva i sui temi in classe. Figurarsi la scolaresca… Poco tempo, e tutto passa. Andrea è simpatico, capace di far amicizia. Il rapporto con i compagni muta. Il futuro don, oltre a ben scrivere, sa anche ben disegnare. Così papà Angelo formula un progetto: tu, Andrea, prendi il diploma di geometra, io apro un’agenzia immobiliare. Dunque, destinazione “Geometri”, a Fermo. Ma qualcosa accade. Un incontro. Il prof. di religione è don Giulio Camilloni che gli fa amare anche la letteratura. C’è poi una predisposizione. Sin da piccolissimo, Andrea frequentava in un paese del reatino un sacerdote santo. Quella figura lo intrigava. E lui gli faceva da chierichetto. Una presenza rimasta dentro. Ormai adolescente, Andrea chiede a don Giulio del seminario. Vuol farsi prete. Sente la chiamata, impellente. Entra ed inizia gli studi. E qui un nuovo incontro. Suo compagno è Lorenzo Torresi, oggi don anche lui. Torresi curava una rubrica tra il serio ed il faceto su FCP. Cerca collaboratori. Andrea ci sta. Intanto il rettore del tempo don Emilio Rocchi ha capito il tipo e il suo interesse per la cinematografia. Gli commissiona l’organizzazione di cineforum. Primo film: State buoni se potete. A gonfia vele. Sul comodino della camera, accanto alla Bibbia sempre meditata, c’è la rivista Il Cinematografo. La dirige don Dario Viganò, amicissimo di don Emilio. Altro incontro. Don Mario Lusek, a quel tempo direttore de La Voce delle Marche, gli propone di scriverci. Andrea ci sta bene. «Una bellissima esperienza – dice – per capire come funziona una redazione». Mentre frequenta il quarto anno di teologia, don Enrico Brancozzi lo sprona a iscriversi alla facoltà di Teologia pastorale a Roma, settore comunicazioni. E chi re-incontra lì? Don Viganò che lo chiama a firmare articoli per il giornale Vita lateranense, e lo introduce all’agenzia SIR.

Andrea si laurea con la tesi su un regista sud coreano Kim Ki-duc e la spiritualità del silenzio. Terminati gli studi, è destinato a Civitanova Marche: parrocchie San Pietro e Cristo Re, ed ora San Giuseppe operaio. Intreccia subito rapporti con i giornalisti della città, apre una pagina fb della parrocchia, dà vita ad un giornalino, usa i testi delle canzoni e i film per insegnare il catechismo ai ragazzini. Realizza con altri una bellissima mostra a Fermo su I Preti al cinema, ama Nanni Moretti, ride con Verdone, ascolta musica classica e studia quella leggera… Gli piace l’intelligenza che il buon Dio ci ha dato. E che ci comunica.

Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Sabato, 29 febbraio 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑