Turismo e agricoltura. Bellezze e bontà. Il rilancio secondo Gallo Ciaffoni

Montefortino, strada per il santuario della Madonna dell’Ambro. Quasi all’inizio, sorge l’agriturismo Antico Mulino. Antico non è un modo di dire. Mulino lo era sul serio, e da secoli fino a qualche decennio fa. Poco più avanti, sulla sinistra, si stende il campeggio Sibilla. Un ponte lo collega al nuovissimo B&B. Proprietà e gestione dell’insieme sono della famiglia Ciaffoni. Gallo, il capostipite, ha 64 anni ed è imprenditore turistico. Con lui operano i figli Anastasia e Saverio, e sua moglie Antonella, che è cuoca provetta.

Gallo Ciaffoni, imprenditore turistico

«Se non ci fosse stata la pandemia avremmo avuto un botto di turisti stranieri» mi dice rispondendo alla domanda sul «come va?».

«Questi luoghi sono bellissimi. La regione Marche stavolta ha fatto una buona promozione». Tutto bene solo che… «Solo che occorrerebbe un accordo forte tra tutti i sindaci della fascia montana. Occorrerebbe una unità di fondo tra loro e un ragionar serio proprio sul presente e sul futuro del settore turistico, risorsa quasi unica di queste aree. Purtroppo, ognuno va per la sua strada e quando ci si divide si pesa molto meno e si realizza ancor meno». C’è poi un altro aspetto. «La promozione turistica non può essere fatta per un solo comune o da un solo comune. È la nostra terra, nella sua totalità, ad essere attrattiva». Di cosa hanno bisogno, oltre alla promozione, strutture come la sua? «Di turisti che risiedano più giorni, che coprano una settimana. Benissimo quelli del sabato e domenica, ma noi per ammortizzare le spese abbiamo necessità di soggiorni più lunghi».

Qualche idea? «Se venissse realizzata una ciclabile lungo i tratti della vecchia ferrovia non sarebbe male dato il gran numero di appassionati delle due ruote. La nascita dell’ippovia è un’altra risposta».

Come frenare lo spopolamento dei piccoli centri di montagna? «Non certo e non più con le grandi aziende. Occorre rilanciare le specificità locali. E le specificità sono: bellezza dei luoghi e qualità dei prodotti della terra. Turismo e agricoltura legati assieme. Prima esisteva anche un forte artigianato». Nei pacchetti turistici che la famiglia Ciaffoni offre c’è, ad esempio, ad ottobre, la raccolta delle castagne nei propri castagneti. Oppure la visita guidata ai luoghi più suggestivi, ovvero gli incontri con storici dell’arte come Enrico Giannini, con esperti di funghi come Marco Monaldi o con le guide del Parco: Pietro Ripani, Michele Sensini e Luca Fragola. Gallo parla anche dell’opportunità di una nuova mentalità d’accoglienza: «Il cliente va coccolato. Va gratificato. Non è più il tempo della sola attribuzione della camera e consegna delle chiavi. Occorre rispondere a ogni quesito e preparare itinerari». E mentre lo sottolinea, sua figlia Anastasia risponde telefonicamente a un cliente che chiede quale abbigliamento sarebbe più consono.

Torno al punto dell’unità di intenti tra comuni. Gallo fa un esempio: «Se dobbiamo ragionare in termini territorialmente più ampi, i sindaci di Amandola e Bolognola, ad esempio, dovrebbero sentirsi per riaprire la strada che da Pintura porta a Garulla».

Poi, la raccomandazione ai vacanzieri della domenica perché siano più attenti alla natura. «La situazione di rispetto dell’ambiente è migliorata, ma non completamente». Come per dire: questo è il nostro patrimonio, va rispettato e preservato gelosamente.

Chiude con un rinnovo di speranza: «Quando si è uniti si può far tutto».

Adolfo Leoni, Il Resto del carlino, Mercoledì, 17 giugno 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑