Tre giorni lungo l’ippovia del Tenna. Cavalcando, camminando e pedalando

Dieci cavalli, dieci cavalieri e un itinerario di circa 80 chilometri, da mare a monte. La prima ippovia delle Marche è partita ufficialmente con un nutrito gruppo di amanti del nobile quadrupede. È venerdì 2 ottobre, mattino. L'aria è fresca. Sandro Montironi attende i suoi compagni all'agriturismo Fonte Rossa di Sant'Elpidio a Mare. Arrivano puntuali. Altri si aggregheranno “cammin” facendo. “A buon cavallo non manca sella”, dice il celebre motto. E i cavalieri prima dell'avventura le assestano, le tirano, alzano e piegano le zampe per far meglio sistemare le fasce sotto la pancia dell'animale. 
Si scende tra il verde, nei sentieri dove di auto non ce n'è. Il Parco Langer accoglie la comitiva che nel frattempo è aumentata di numero. Si raggiunge il fiume Tenna. Esiste un percorso sulla sponda sinistra. Sandro lo ha provato e riprovato. Si può fare. Si fa! Silenzio, natura, voli di uccelli. Un'altra dimensione. Ci si ferma a pranzo per panino e birra. Ora la combriccola è al completo: oltre al “capo” Sandro, ci sono Christian Amatucci, Claudio Miglini, Gabriele Rossetti, Mariano Torretti, Filippo, Roberto e Monia di Mulo, Matteo Fabrizi e Marcello Capitani. Seguono anche tre giovani in bici: David e Yago Porfiri, Matteo Montironi. Prossima tappa: l'ippodromo San Paolo di Piane di Montegiorgio. I cavalieri lo raggiungono a metà pomeriggio. Aroldo Leoni, che in attesa del suo cavallo pensa a logistica e sussistenza, ha portato pizza per tutti. C'è tempo per riflettere sul primo tratto percorso e c'è tempo per visitare, volendolo, i borghi di Cerreto e Alteta, e i piccoli paesi adagiati sui crinali.
I cavalli vengono rifocillati, strigliati e messi nei box dell'ipodromo. Qualcuno dormirà con loro, altri torneranno a casa, altri ancora possono pernottare negli agriturismi vicini. Sabato 3 ottobre. Appuntamento alle 8,30. Non manca nessuno. Il meteo mette pioggia intorno alle 13. Nei sacchi ci sono le mantelline. David continua a mappare il territorio.
Atmosfera allegra. S'attraversa l'aviosuperficie, si tira dritti lungo il sentiero dei cipressi calvi, si sfiora le pendici di Belmonte Piceno. Si supera l'antica Castel Clementino. Il pranzo è previsto poco più avanti. I ricoveri per cavalli a Servigliano non mancano di certo.


Ancora un panino, ancora un birra e via risalendo lungo il fiume. Il paesaggio si fa ancora più suggestivo. Il Tenna ha poca acqua. I Sibillini incombono. Piove ma non a dirotto. Con qualche minuto di ritardo sulle previsioni di Sandro, si arriva all'agriturismo San Martino. La serata è di festa. Si mangia secondo il menù della Dieta Mediterranea. Vengono consegnate le maglie con la scritta Ippovia del Tenna e la rivista Il Gusto della Vita. Fa molto fresco domenica 4 ottobre. La comitiva parte con destinazione santuario della Madonna dell'Ambro. Oggi è la ricorrenza di san Francesco, patrono del creato, della natura, dell'ecologia integrale. Ai cavalieri piace l'abbinamento. Intorno alle 12 eccoli spuntare dall'ultima curva prima del Santuario cappuccino. Sono raggianti. Smontano, accarezzano gli animali assicurati agli alberi, si lavano. Li attende un lauto pranzo all'hotel Ambro: il pranzo della domenica. A salutarli c'è il presidente del Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea. La partita turistica si sta “giocando” insieme. Il pacchetto è pronto. Un'agenzia lo diffonderà. La proposta è originale. Porterà frutti alla Terra di Marca.

Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Domenica, 11 ottobre 2020

Una risposta a "Tre giorni lungo l’ippovia del Tenna. Cavalcando, camminando e pedalando"

Add yours

  1. Bellissimo: le idee diventano realtà. Non sempre, ma se non ci si mette testa…. Il punto è: quali idee, caro Bill?! Delle azioni si renderà conto a Dio – anche quelli che non ci credono – ma le azioni partono dalle idee. Sintonizzare il canale giusto: qui è la questione. Buon incontro con la mia amica Benvenuta; se ce la fai. (cfr. Il brillio degli occhi, pp. 127-129) Alfredo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑