Donne “Come Ginestre”. L’associazione delle donne colpite dal cancro al seno

A Napoli, ancor più malato, Giacomo Leopardi era ormai quasi cieco. E forse l’ultimo fiore che ebbe a vedere fu la ginestra. E lo cantò come fiore gentile e coraggioso. Che spunta tra la nera lava solidificatasi. Spunta e rispunta. Come una resistenza, un ritorno alla vita. La stessa resistenza che caratterizza le circa 90 donne aderenti all’associazione “Come Ginestre”. Donne, molte delle quali operate di tumore al seno, che, ritrovandosi, confrontandosi, sostenendosi, hanno ripreso il gusto della vita. L’associazione ha sede a Civitanova Marche, in un locale «bello e accogliente», nella sede che ospita la Croce Verde.

Amerina Orioli ne è la presidente. Ha la voce giovanile e la tempra di una combattente. Mi racconta la storia di “Come Ginestre”. Anno di nascita 2002. Tutto parte da un incontro, come spesso accade. L’altro parte di me… Una vicina di casa, Letizia Marinelli, era stata operata alla mammella: cancro. L’orizzonte si abbassa, in certe situazioni, la preoccupazione cresce, il futuro sembra dileguarsi. Letizia e Amerina si vedono, si parlano, condividono dolore e paura. Il tumore al seno mette in discussione tanta parte di sé: corpo, sessualità, affetti, spirito. Ma quelle parole condivise sortiscono un primo effetto: si è più leggeri, più tranquilli. Perché, allora, non farlo più spesso, perché non renderlo anche pubblico? Un passa parola. Altre tre donne si dicono pronte. Si comincia. Letizia, primo presidente. A dare una mano c’è anche una psicologa. «All’inizio abbiamo fatto anche degli errori, poi pian piano, aiutate anche da professionisti, abbiamo ricentrato la nostra opera, che è la condivisione, il passaggio di conoscenza, un aiuto reciproco, una nuova qualità di vita». Gradualmente nasce anche un rapporto di forte amicizia. Faccio la battuta: tra le donne è un miracolo. Amerina mi prende sul serio: «è un miracolo per davvero, ci si accetta per quel che siamo». Iniziano gli incontri, iniziano i viaggi a Milano per confronti con i medici e altre associazioni similari.

«Ma non parliamo solo della nostra malattia. Ci siamo dette che dobbiamo cogliere il positivo dalla vita: guardiamo al bello che capita ogni giorno, anche in quelli di sofferenza. Fare le cose con il cuore».

Amerina racconta del grande impegno delle “Come Ginestre” nel sociale. Dei convegni sulla prevenzione, sullo stile di vita e, in modo speciale, sottolinea il corso di scrittura. Una modalità espressiva che fa emergere gli stati d’animo e le sensazioni. Un modo liberatorio. Nel 2016, l’associazione è entrata a far parte di “Marcangola”, il forum delle associazioni di volontariato che operano in ambito oncologico marchigiano. Proposta lanciata dalla professoressa Rossana Berardi, Ordinario di Oncologia alla Politecnica delle Marche, e dal dr Renato Bisonni, primario di Oncologia al Murri di Fermo.

«Abbiamo anche un ottimo rapporto con il dr Giovanni Benedetti, primario di Oncologia a Civitanova Marche, e daremo un supporto all’accoglienza in reparto». Intanto, tra qualche giorno all’ospedale civitanovese verrà inaugurato il nuovo reparto. Le “Come Ginestre” hanno contribuito con una somma di danaro raccolta in occasione di uno spettacolo organizzato al Teatro Rossini.

«Aderiscono alla nostra associazione – spiega Amerina – donne che, oltre da Civitanova, arrivano da Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio, Monte San Giusto… donne che cercano di star bene con se stesse dopo l’operazione. E lo star bene con se stesse è già una cura efficace». Però, un allarme e un monito: «I tumori al seno crescono, l’età delle colpite si abbassa: la prevenzione è indispensabile». Ma la ginestra rispunta sempre.

Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Mercoledì 6 gennaio 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑