La Pineta sconosciuta. Un progetto discusso nel webinar del Green deal

La “Pineta sconosciuta” di Piane di Magliano di Tenna avrà vita nuova e nuova partecipazione. Lo ha detto il sindaco Pietro Cesetti partecipando lunedì scorso al webinar “Green deal e nuove infrastrutture”. L’iniziativa, promossa da “Galee Sibilline” e dal Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea, è una delle tappe del progetto di “contaminazione” europea che le due realtà della Terra di Marca (insieme a Antichi sentieri Nuovi cammini) stanno portando avanti da diversi anni con il riconoscimento della Commissione europea come “Best Practice”.

Il Comune di Magliano ha ottenuto dal Consorzio di Bonifica Marche la concessione gratuita in co-uso dell’area che costeggia il fiume Tenna fino al confine con Montegiorgio. Una zona da recuperare con un progetto idraulico e ambientale da realizzare con i tecnici del Consorzio.

Il luogo è suggestivo e poco o nulla conosciuto. Il progetto inviato a suo tempo al Consorzio, e stilato dal Laboratorio, ha un titolo significativo: “La Casa verde-Radici e Tradizioni per il futuro”.

Nella premessa è contenuta la filosofia: «La custodia della terra spetta a noi. Per troppi anni abbiamo solo depredato e impoverito la natura, dimenticato il verde, scordato i fiumi, abbandonato le montagne, deforestato le aree collinari, cementificato i paesi, lasciato morire i borghi. Ed ora la terra ci chiede il conto. La crisi ecologica che stiamo vivendo è la crisi stessa della civiltà tecnico-scientifica e delle sue conseguenze; alterazione del rapporto uomo-natura, smisurata volontà di dominio, consumismo, rapina delle risorse». Da qui le conseguenze pratiche di «dare vita ad una serie di attività educative, sociali, culturali, che abbiano come base e obiettivo la crescita della coscienza dell’ecologia integrale, il recupero delle tradizioni, la conoscenza dei luoghi, delle storie e leggende, delle culture popolari (arti, mestieri, professioni). Non come ripiegamento sul passato ma come una occasione per raccogliere lo slancio che dal passato ci proietta al futuro. In una parola: tradizione per l’innovazione».

Il progetto prevede la realizzazione di percorsi a piedi e in bike nel verde e nel lungo fiume, da offrire alle scuole, agli appassionati di trekking e alle famiglie.

Collegandosi con la prima ippovia delle Marche, nell’area verrà allestita una zona di sosta per i cavalieri che dall’Adriatico risalgano verso la montagna, e punto di partenza per uscite a cavallo indirizzate alla visita dei borghi circostanti.

Al webinar del 4 gennaio, coordinato e condotto dal sottoscritto, hanno preso parte, oltre a Cesetti, l’assessore alla cultura del comune di Montegiorgio Michela Vita, il presidente del Consorzio Bonifica Marche Claudio Netti, l’imprenditrice Monia Tirabassi ed Emanuele Luciani, titolare di Galee Sibilline e “ambasciatore” in Europa delle proposte “verdi” del Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea. La presenza di Montegiorgio è data dal fatto che, oltre all’ippovia, verrà realizzato un collegamento per il trekking lungo fiume e un luogo di sosta e di iniziative varie presso l’aviosuperficie “Paci”. Soddisfazione è stata espressa dal presidente Netti, che ha parlato della necessità di una ripresa di attenzione e rilancio della cultura del fiume, e di un nuovo turismo più consapevole e attento al territorio. Filo conduttore dell’incontro è stato un passo del testo di Alex Langer “Il viaggiatore leggero”, dove l’indimenticato personaggio suggeriva, per la nuova civiltà ecologica, i comportamenti di «lentius, profundis, suavis»: lentezza, profondità, soavità. Un programma!!!

Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, Venerdì 8 gennaio 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑