Mamme in viaggio. Un progetto per conoscere i bisogni delle donne con bimbi piccoli al seguito.

Dalla realtà la domanda e la risposta! Un caso significativo. Prendiamo Anastasia Nicu. 27 anni, sposata, residente a Fermo, da qualche mese mamma di Sibilla Maria. La bambinetta scalpita, è vivace. La mamma invece è molto posata e riflessiva. Anastasia ha iniziato da qualche tempo ad occuparsi di turismo. E si è chiesta: cosa può... Continue Reading →

Olio, stagione ok. Il frantoio Vitali/Alessandrini di Monterubbiano

Un frantoio, un grand'olio, due famiglie imparentate. Il frantoio è dei fratelli Vitali (Elena, Ermanno, Enrico) e di Massimo Alessandrini. Massimo, con sua moglie Moira, ne è l'attuale gestore. L'azienda, che lui definisce «artigianale» con sede in via Porta Marina, 46, a Monterubbiano, ha una storia di oltre mezzo secolo. Risale ai nonni, agli zii... Continue Reading →

Rivoletti di poesia. Una vita messa in versi

Mi arriva tra mani un volumetto. Piazza del Popolo in copertina, con l'antica edicola all'inizio dei portici a mare, il palazzo del comune sullo sfondo e vecchie auto parcheggiate ai lati. Fermo: anni 50/60. È un disegno di Gianni Cisbani. Incuriosisce. Così come il titolo: “'Mo ve lo sò detto!”, che precisa subito: “poesie in... Continue Reading →

La Pineta sconosciuta. Un progetto discusso nel webinar del Green deal

La “Pineta sconosciuta” di Piane di Magliano di Tenna avrà vita nuova e nuova partecipazione. Lo ha detto il sindaco Pietro Cesetti partecipando lunedì scorso al webinar “Green deal e nuove infrastrutture”. L'iniziativa, promossa da “Galee Sibilline” e dal Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea, è una delle tappe del progetto di “contaminazione” europea che le... Continue Reading →

Giuseppe: il Giusto. L’onesto artigiano

Ho conosciuto un grande artigiano. Era tappezziere. Aveva studiato a Perugia. S'era formato con gente di valore. Copriva e rifiniva divani, poltrone, tende. Poteva trasformare ogni cosa in oggetto bello. Aveva le mani d'oro. Abitava una casa sulla cima di uno dei tre colli di Montegiorgio. Si chiamava Giuseppe. Il 19 marzo di ogni anno... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑