Ex Allievi Montani. Un incontro. Saper fare ma anche saper donare.

Quinto B, indirizzo Elettronici… 46 anni dopo.

Si sono ritrovati in 21, capelli… brizzolati. Vecchi compagni di scuola. Di quel glorioso Istituto Industriale Montani di Fermo, incubatore di imprenditori e tecnici di alta specializzazione.

Alcuni erano convittori. Tra di essi, il presidente dell’Associazione ex Allievi Montani, Carlo Labbrozzi. È con lui che parlo. Ed è lui che mi racconta della sorpresa, della commozione e di una potente testimonianza. Sì, perché a Giulianova, dove si erano dati appuntamento, li attendeva un caro amico. E in un modo speciale. Giuseppe Ricci oggi è un imprenditore di successo, in Abruzzo ha tirato su un’azienda dalle sofisticate apparecchiature che opera nel campo dell’ematologia, 25 i dipendenti. Giuseppe Ricci ha atteso i suoi vecchi compagni seduto/disteso su una carrozzella. Quattro anni fa lo ha colpito la SLA. È immobile, non parla. Ma i suoi occhi sono mobilissimi. Le pupille sono le sue corde vocali. Le muove velocemente guardando uno schermo così che quegli impulsi si trasformino in sonorità. Ricci comunica grazie alla tecnologia buona. Ed è stato lui a tener banco, a raccontare di sé, a chiedere della sua vecchia scuola, a fare progetti per il futuro. Diplomato all’ITI, laureato in veterinaria alla Federico II di Napoli, dirigente il settore veterinaria della Asl di Teramo, studi approfonditi sul sangue animale, successivamente imprenditore, Giuseppe Ricci non s’è mai tirato indietro di fronte alle sfide.

L’ultima, la più difficile, con la malattia. La voglia di vivere, di darsi ancora per la sua gente, i suoi nipoti gli ha dato linfa per andare avanti. Voleva anche candidarsi sindaco per la sua città, Mosciano Sant’Angelo. Poi ci ha ripensato: avrebbe distolto tempo alla famiglia e all’impresa.

Prima del pranzo con i compagni, ha chiesto una preghiera per due amici scomparsi. È trapelata forte la sua fede.

Labbrozzi mi anticipa che il prossimo numero del periodico Il Montani sarà dedicato proprio a Ricci.

Poi aggiunge che ha colto nel vecchio compagno lo spirito di generosità e solidarietà

che animò Margherita e Girolamo Montani quando donarono i loro beni al convitto e alla scuola.

«Saper fare e saper donare: questa è l’essenza del Montani» sottolinea.

Il Presidente degli ex Allievi, Carlo Labbrozzi, saluta gli intervenuti

Ricci intanto ha fatto la sua proposta: nel 2022 l’incontro si terrà a Fermo. Vuole rivedere l’Istituto.

Labbrozzi conclude con una battuta. «46 anni dopo siamo gli stessi con le stesse divisioni politiche: comunisti e democristiani. I democristiani di più!».

Adolfo Leoni, Giovedì, 30 settembre 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑