Il GAS felice: il gruppo di acquisto Fermo-P.S.Giorgio

Hanno fatto visita alle aziende agricole, hanno proposto convegni, si sono inventati decine di iniziative e, soprattutto, hanno fatto e fanno acquisti insieme, specie alimentari. Sto parlando degli aderenti al Gruppo di Acquisto Solidale. Li capeggia Marta Tarquini, innamorata dei GAS, delle buone produzioni, della salute, della difesa della terra. Il GAS Fermo-Porto San Giorgio ha sede presso la Casa delle Associazioni, in via del Bastione a Fermo.

«Tra qualche mese – racconta Marta – il gruppo compirà dieci anni di vita e stiamo pensando di preparare una bella festa, magari a primavera». Un modo anche per salutare l’uscita dal tunnel buio della pandemia.

Allora, ripartiamo da capo. È il 2011 e Marta cerca di mettere insieme un po’ di gente amica per acquistare buoni prodotti agricoli e dare una mano ai piccoli produttori di casa nostra, produttori di qualità. L’impresa è un po’ faticosa. Qualche tempo dopo – siamo già nel 2012 – sulla posta della Tarquini arriva una mail firmata da Ronny Ricci che ha un negozio bio a Porto San Giorgio e chiama a raccolta chi vuole per formare un GAS. Proprio quello che ci vuole. Primo incontro: 50 persone. E primo acquisto, dopo tante riunioni, di pasta.

Il prodotto piace, la modalità pure, stare insieme convince. Si continua. Vengono visitate e scelte diverse aziende. Altre se ne propongono. Si organizza il lavoro e nasce il sito: www.gastorto.it. GAS sappiano perché, Torto perché ospitati all’inizio in vicolo Torto presso la Contrada San Martino. Passo dopo passo, le famiglie aderenti arrivano al numero di 70. Ogni venerdì dalle 19 alle 19,30, presso la sede fermana, ritirano il pacco ordinato attraverso il portale gasistafelice. Qualche ora prima i volontari, che sono 15, sono andati a smistare i prodotti (tutti rigorosamente di stagione) e a preparare le cassettine. Il procedimento è semplice: si consulta il sito, si scelgono i prodotti, si invia la richiesta. Automaticamente il sistema assembla e invia mail ai produttori che, a loro volta, consegnano nella sede dell’associazione. Come si paga? Con un bonifico di tanto in tanto che alimenta il conto personale presso Banca etica.

Ma non finisce qui. Marta ci tiene a dire che il GAS promuove incontri sui temi delle buone pratiche, alimentazione, salute. È stata creata anche un Pannolinoteca e una Stoviglioteca: un kit di piatti, bicchieri, posate da affittare ad un… euro.

Stasera che distribuirete? «Formaggi, pasta fresca, pane, mandorle, nocciole…». Buon GAS a tutti!

Venerdì, 1 ottobre 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑