Turismo. Il fascino, la storia, la bellezza. Alcuni esempi già in atto in Terra di Marca

L’Organizzazione Mondiale del Turismo ha previsto che nel 2030 i flussi turistici, specie dall’Oriente (leggi: Cina e Corea), ammonteranno a un miliardo e ottocentomila persone. Per l’Italia il boccone è molto appetitoso perché potrebbe risolvere situazioni di crisi economica in alcune aree alla ricerca di nuovo sviluppo, come la nostra Terra di Marca.

Sabato prossimo il teatro dell’Aquila di Fermo ospiterà un importante convegno dal titolo “FUTURO TURISMO. Strategie digitali per la valorizzazione del territorio“, l’incontro che vedrà i vertici della Regione Marche e relatori di alto calibro si terrà alle ore 9,30.

Algoritmi, intelligenze artificiali, piattaforme digitali, tecniche e metodi di aggancio turistico, oltre che testimonianze di quanto sperimentato in Toscana, saranno messi a temi.

Ma non si parte da zero. E sarebbe un errore ignorarlo.

La Roccaccia di Montefortino

Imprenditori di successo stanno da tempo investendo su questo per loro nuovo filone. Hanno percepito anzitempo il mutare del vento. Alcuni casi su tutti: Lanfranco Beleggia, il creatore della Brosway, con l’Officina del Sole, sul colle splendido della Quercia de Capità, a Montegiorgio, ha coniugato un luogo di pace, l’incanto di un paesaggio a 360 gradi, una cantina vinicola ragguardevole, la produzione di olio e frutta, cammini nel verde, dieta mediterranea, e amabile ospitalità. Con Villa Lattanzi di Torre di Palme, Beleggia ha voluto mettere insieme architettura, arte, storia, natura. Ed ora, tornando a Montegiorgio, tocca a Palazzo Alaleona.

Ho avuto modo di visitarlo recentemente. Il restauro ha dato risultati eccezionali. Un palazzo che, con i suoi ambienti dai soffitti dipinti e dalle cucine e scantinati originalissimi racconterà decine di storie, molte delle quali legate al musicista Domenico Alaleona. E che dire poi di Palazzo Vinci Gigliucci a Fermo, della Torre di Bora di Magliano di Tenna e della Roccaccia di Montefortino, riportati a splendore da Enrico Biondi? Fascino rinascimentale e suggestioni medievali si sommano. Enormi attrazioni!

Un parziale dell’Officina del Sole

Alcuni studiosi del fenomeno turistico hanno scritto che ora c’è un passaggio da compiere: «dalla fisicità dei luoghi alla fisicità delle comunità». Che significa l’incontro con le comunità locali. I futuri turisti saranno cittadini temporanei. Con tutto quel che comporta. È questa la scommessa vera. Cosa raccontare loro, come immergerli nelle nostre storie, come convivere (cum-vivere) con loro nel periodo della vacanza?

“Non è possedere la bellezza che mi attrae. – ha scritto Biondi – Mi attrae scovarla e renderle onore.
Mi attrae vederla attraverso lo sguardo altrui. Così le rendo giustizia. Così sono felice.
E d’amore per le mie Marche ho pieno il cuore.”. E Beleggia, presentando la guida Vivere un sogno: le Marche, ha invitato a «valorizzare quel che abbiamo ereditato dal buon Dio, a riprendere quel che ci è stato lasciato». E, in primo luogo, «a rendercene conto».

Se ne era reso ben conto il prof. Alessio Cavicchi, oggi docente a Pisa in una delle cattedre più prestigiose in Italia ed Europa. In precedenza, professore a Macerata, ha sviluppato insieme al Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea, l‘International Student Competition: una settimana di studio e conoscenza della Terra di Marca da parte di cento tra laureandi e dottorandi di 13 università europee ed una statunitense. Cinque edizioni prima della pandemia che hanno preparato circa 500 ambasciatori della Terra di Marca nel mondo. A Bruxelles, testimone il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, è stata definita una best pratice.

Ma perché proprio da noi? «Perché siete ancora veri», hanno risposto alcuni tutor. Veri… e digitali. Ma prima di tutto veri.

Adolfo Leoni, Mercoledì 3 novembre 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑