ANMIL. Sicurezza e testimonial-formatori. Nuovo sportello a Montegiorgio

Giovedì 17 febbraio, alle ore 11, il presidente regionale dell’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) Marcello Luciani (responsabile anche della territoriale di Fermo) presenterà il nuovissimo sportello informativo allestito presso la struttura del Q-bo Wellness a Piane di Monteverde di Montegiorgio. Un ulteriore passo avanti sulla strada dell’assistenza, tutela e informazione ai lavoratori mutilati e invalidi del lavoro. Ma non solo. L’Associazione ha messo a segno anche un altro programma di tutto rispetto rimbalzato a livello nazionale. Ha preparato una serie di formatori/testimonial in grado di «diffondere con passione, competenza e una innovativa e articolata metodologia, la cultura della sicurezza nel mondo del lavoro e della scuola». Il corso, che è stato appoggiato dalla Regione Marche, prima in Italia, è durato circa un anno e mezzo. 15 i partecipanti alla prima sessione, dieci alla seconda. Ma chi sono i formatori/testimonial? «Sono persone – spiega Luciani – che hanno vissuto il dramma di un infortunio, o in prima persona o nella propria famiglia (vedove/i), attingendo a questo dramma energie di coinvolgimento esperienziale, capaci di agire come un “vaccino” nei confronti dei lavoratori e/o degli scolari o studenti cui si propongono».

Il Presidente Marcello Luciani

Tra questi c’è Daniele Malavolta, 50 anni, fermano, ex imprenditore artigiano. Un incidente devastante sul lavoro lo ha costretto in carrozzella. Dopo un primo sconvolgimento della sua esistenza, Daniele ha rimesso in moto tutte le sue energie, ed oggi, aderendo alla proposta dell’ANMIL, dice: «Avverto tutta l’importanza dei formatori/testimonial perché, se anche riusciamo a far evitare un incidente, abbiamo già fatto tanto». È una frase che ha ripetuto nei Tg nazionali e in alcuni importanti talk show.

Il testimonil-formatore Daniele Malavolta

In questo momento Daniele insieme ad altri nove “colleghi” sta mettendo a punto una struttura (Associazione? Cooperativa?) per proporre corsi di formazione, seguendo tre filoni: quello del mondo del lavoro (imprese, lavoratori), quello della scuola, e quello della casa (quanti incidenti domestici!). «Il nostro obiettivo – spiega – è offrire un servizio per diffondere una nuova consapevolezza del lavoro e della sicurezza. Che non sia un adempimento burocratico!».

Il corso di formazione ha avuto anche momenti particolari, ricorda Daniele, «specie quando abbiamo rivissuto i nostri durissimi incidenti. Ci ha sostenuto la presenza dello psicologo». Ora, questo patrimonio di esperienza vuole comunicarlo per aiutare il prossimo.

Adolfo Leoni, Giovedì 10 febbraio 2022

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑