Associazione diabetici del fermano: più attenzione, più legami, più presenza. Le richieste alla Politica

Anche l’Amministrazione comunale di Fermo ha dato il proprio contributo per ricordare la Giornata Mondiale del Diabete illuminando di blu la statua di San Savino.

Il Blu è il colore scelto dalla Organizzazione Mondiale del Sanità per indicare la malattia diabetica.

Domenica 13, la Giornata è stata celebrata anche a Fermo con un partecipato convegno tenuto nella sala dei ritratti e condotto dal Dott. Paolo Foglini, consulente scientifico dell’Associazione diabetici del Fermano.

La data coincide con i 100 anni della scoperta dell’insulina. Foglini ha raccontato come l’evoluzione della terapia abbia permesso un vita normale ai malati, specie giovani, che fino a quell’epoca erano condannati a una vita molto breve.

Per la Regione Marche ed il comune di Fermo, patrocinatori dell’evento, hanno portato i saluti ed espresso vicinanza all’Associazione il consigliere regionale Marco Marinangeli e l’assessore Alberto Scarfini.

La presidente e anima dell’Associazione fermana, Rosalba Scolaro, ha portato la propria testimonianza di paziente, rivolgendo un caloroso appello alle istituzioni per una uniformità di “accesso alle cure”, tema della manifestazione, e ai pazienti perché facciano fronte comune partecipativo anche in vista del coinvolgimento proprio delle associazioni nei nuovi compiti assistenziali che la programmazione regionale sta approntando.

I medici della Unità di Diabetologia Fermana, riconosciuti all’avanguardia in campo nazionale, hanno descritto le numerose novità in campo terapeutico e assistenziale.

La dott.ssa Paola Pantanetti, che attualmente dirige la Diabetologia del “Murri”, ha illustrato come i nuovi farmaci stiano già cambiando e cambieranno in un futuro molto vicino la qualità di vita delle persone diabetiche.

La dottoressa Sandra Di Marco ha mostrato le nuove possibilità nella diagnosi precoce e nella terapia delle temibili complicanze della malattia

La dott.ssa Maria Grazia Michetti ha ribadito che lo stile di vita ed il coinvolgimento del Paziente rimane il cardine della terapia.

Anche il mondo dell’informatica si sta muovendo velocemente. È intervenuto il dott. Giacomo Vespasiani che ha illustrato come la diabetologia marchigiana, attraverso METEDA di San Benedetto del Tronto, una delle più importanti aziende di informatica stia completando, in campo nazionale e internazionale, il progetto di diagnosi precoce delle complicanze del diabete, utilizzando l’Intelligenza Artificiale, un’arma in più per la umanizzazione delle cure.

Ha portato il suo contributo anche il Direttore Generale della ASL Fermana, dott. Roberto Grinta, mostrando i significativi progressi raggiuti dalla Sanità fermana anche in un momento oggettivamente difficile come l’attuale.

Ha concluso il dott Paolo Foglini assicurando che «un futuro migliore per il diabetico è già oggi».

Adolfo Leoni, giovedì 17 novembre 2022

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑